migliori tv ps5 xbox series x gaming

Migliori Tv e Monitor per Xbox Series X e PS5, quale scegliere?

Ultimo aggiornamento:

Avete acquistato una Xbox Series X o una PS5, ma ancora non avete idea quale TV o monitor comprare per sfruttare al massimo tutte le potenzialità della nuova generazione. Non vi preoccupate, non siete gli unici. Sono state spese tante belle parole per queste due console e troppo poche per capire come giocarci al meglio. Orientarsi non è per niente facile visto il mercato così eterogeneo e denso di prodotti che, sulla carta, sono tutti “una figata”. Ma qual è quello che fa per voi?

Proviamo a guidarvi noi in questa scelta, fornendovi gli strumenti per camminare con le vostre gambe. Comprendere e capire quali sono le feature che vi servono è il primo passo per scegliere un prodotto utile e che sappia sfruttare i cavalli sotto il cofano.

Questa generazione ha già fornito una preview, con la sua lineup di lancio, di come si muoveranno i giochi nei prossimi 4/5 anni. Tanto dovrebbe durare questa gen, o almeno questa è la volontà di Microsoft e Sony. L’obbiettivo è quello di annullare il GAP con il mondo PC Gaming, ma sappiamo bene che assomiglia molto a una “Mission Impossible”. Il mondo console dovrà sfruttare le esclusive e alcune feature dedicate, come il feedback aptico e l’audio 3D. Ma sappiamo bene, tutti, che alla fine l’occhio vuole la sua parte. E come dargli torto, con la prospettiva dei 120 fps, il ray tracing e il supporto al 4K/8K.

Il primo assaggio ci ha fatto capire che il “tutto insieme” non sarà possibile. Non è per scoraggiarvi ma è solo per essere realisti. Non è che se acquistate un TV 8K da 10.000 euro il gioco magicamente gira a 120 fps con ray tracing. Chi vi promette questo vi sta prendendo in giro. Tutto è nelle mani degli sviluppatori e nella loro capacità di sfruttare l’hardware a disposizione.

Il trucco sta nell’acquistare un buon TV o monitor che sappia ospitare il meglio che un videogioco potrebbe offrire, senza andare oltre l’immaginazione. I parametri da verificare sono pochi ma buoni, e tutto prescinde sempre dal vostro portafoglio. Senza perdersi ulteriormente in chiacchiere vi lasciamo alla nostra guida per l’acquisto di una TV o un monitor per console Xbox Series X e PS5.

Quali sono le caratteristiche e i parametri da valutare?

Nella scelta di una TV o di un monitor per sfruttare al meglio la nostra Xbox Series X o PS5, ci sono delle considerazioni da fare circa alcune caratteristiche e parametri. Il tutto inizia, però, con il significato di alcuni termini. Partiamo dal più importante, il ray tracing. Questa tecnologia, a bordo di entrambe le console, permette di evidenziare al meglio luci, ombre e riflessi all’interno di un videogioco. La differenza tra averlo attivo o meno, qualora il videogioco di lasci la scelta, è piuttosto evidente. È ovvio che il tributo richiesto in termini di risorse non è da poco.

Ed ecco che intervengono due nuovi termini, la risoluzione e il frame rate. Questi due sono legati a doppio filo con l’attivazione o meno del ray tracing. La risoluzione indica la quantità di pixel che sono distribuiti sulla superficie del pannello. Più questi aumentano e più alta sarà la risoluzione. Tutto questo migliora la definizione dell’immagine, motivo per cui un 8K è migliore di un 4K che a sua volta è migliore di FullHD (2K). Il frame rate, o fps se preferite, indica, invece, il numero di immagini che vengono visualizzati in un secondo.

Questo valore non è da confondere con gli Hz, che indica la frequenza con cui le immagini vengono aggiornate. Si, avete ragione, sulla carta i due si assomigliano e sono quasi identici. Gli fps non vengono decisi, però, a livello hardware ma sono misurati sulla base del videogioco e come questo sfrutta la console. Gli Hz, invece, sono un parametro fisico e generato dalla tecnica costruttiva del pannello.

Si, non è facile comprendere bene questo concetto. Per farlo, però vi forniamo un esempio pratico. Se volessi giocare a Devil May Cry 5 Special Edition in versione per Xbox Series X e sfruttare i 120 fps (attivi in risoluzione 2K con ray tracing disabilitato) avrei bisogno di un TV/Monitor con una frequenza di 120/144Hz. Se ne prendessi uno a 60Hz mi perdo un mondo in termini di frame. Se, invece, volessi godermi il massimo della potenza del ray tracing del nuovo videogioco di Capcom, gli fps scendono a 60 in 2K (30 in 4K).

Tutto questo per dirvi cosa. È una coperta, che si copre da una parte e scopre dall’altra. Il “tutto” non esiste almeno per adesso, e forse sarà così per almeno la metà di questa nuova generazione di console. Il ray tracing è una tecnologia molto esosa in termini di risorse, motivo per cui la scelta del nuovo TV/monitor non deve partire solo da quest.o parametro. Orientate le vostre scelte su un 4K con una frequenza di almeno 120/144 Hz. Oltre i 120 fps non si andrà in questa gen per cui, anche in prospettiva futura, questi valori saranno attuali.

Divertitevi, invece, sulle caratteristiche “secondarie” come l’HDR, la game mode, la latenza e il tempo di risposta. Per queste vi rimandiamo alle nostre guide e approfondimenti.

HDMI 2.1, un po’ di chiarezza

Tutto gira attorno a un “semplice” cavo. Sembra una stupidaggine ma in parte è vera. Le nuove Xbox Series X e PS5 sono progettate per essere compatibili con il nuovo standard HDMI 2.1. Questi altro non è che l’evoluzione del 2.0 e inserisce nuove funzionalità e migliora quelle già esistenti. Il cavo è costruito in maniera diversa e vi deve essere apposto il logo dell’ente certificatore (mi raccomando, questo è importante). A occhio nudo sembra diverso, con uno spessore e dei terminali leggermente diversi dalla precedente versione.

Non vogliamo assillarvi con caratteristiche che non sfrutterete mai se siete dei gamer. Vogliamo, invece, focalizzarci su quello che vi serve sul campo, per capire dove vi trovate e dove arriverete. Idealmente lo standard HDMI 2.1 supporta risoluzioni fino a 10K (10240×4320 px chiamato anche 8K allargato) e 120 fps. Il tutto è stato reso possibile dai 48 Gbit/s che la velocità di trasmissione riesce a raggiungere. Per raggiungere tali numeri è cambiata sia la tecnica di trasmissione che è passata dal TMDS (ereditata dal buon vecchio DVI) al FRL – Fixed Rate Link. Questa permette di raggiungere gli 8K/60 fps e i 4K/120 fps. Già così potete immaginare quale sarà l’orizzonte di sviluppo delle console di nuova generazione.

Anche la nuova tecnica di compressione delle immagini, la VESA Display Stream Compression, contribuisce per raggiungere questi numeri, grazie a un lavoro sui frame in grado di codificare le informazioni senza perdita di dati.

Nella scelta, quindi, di un nuovo TV/monitor per la vostra Xbox Series X/PS5 non potete che impostare il vostro primo filtro sui “compatibili HDMI 2.1”. Difficilmente non li troverete, anche perché il 4K ci va praticamente a braccetto con questo nuovo standard. Un occhio di attenzione in più, però, non guasta mai.

TV per Xbox Series X e PS5 – Le nostre scelte

Entriamo nel vivo della nostra guida all’acquisto di una TV o monitor per le nuove Xbox Series X e PS5, iniziando dai primi. La scelta di un televisore che soddisfi i requisiti delle console di nuova generazione non è ardua, ma nemmeno così semplice. Iniziamo da qui il nostro grande viaggio.

tv ps5 e xbox series x/s LG CX Serie

LG OLEDCX series

Da qualche anno a questa parte LG sta sfornando dei buoni prodotti dedicati al gaming che conta. Le specifiche di questa linea parlano da sole:

DIMENSIONI48, 55, 65, and 77 pollici (OLED48CX6, OLED55CX6,OLED65CX6, OLED77CX6)FREQUENZA DI REFRESH120Hz
DISPLAY TYPEOLEDHDRDolby Vision, HDR10, HLG
VRRSiHDMI 2.1Si
INPUT LAG14ms (1080p/4K HDR)

LG si dimostra pronta per questa nuova generazione e queste specifiche parlano piuttosto chiaro. Con un input lag di 14ms, anche in modalità 4K, direi che si è meritato un gran rispetto. È un televisore del 2020 per cui bisogna adesso capire come LG intenderà sviluppare questa linea per il prossimo anno.

Il rapporto qualità/prezzo è un attimo da valutare. Il 77 pollici si aggira, al momento, intorno ai 4.000 euro. Un prezzo non proprio accessibile. Il 48 pollici, invece, lo si può trovare anche a circa 1.500 euro. Purtroppo la qualità si paga, anche se in questo caso sono soldi spesi bene visto che è una TV in grado di supportare tutto l’arco di vita della nuova generazione.

Se si cerca una qualità sopra la media, questo è sicuramente il prodotto perfetto. Il portafoglio, però, deve essere pronto a sostenere un impegno economico non indifferente. Un ottimo investimento se pensate al futuro, anche in ottica di una nuova-nuova generazione.

Ultimo aggiornamento 2021-04-17

tv ps5 e xbox series x/s  Samsung QEQ70T

Samsung QEQ70T

Passiamo alla linea Samsung che riesce a trovare un buon compromesso tra accessibilità in termini economici e caratteristiche dedicate al gaming di nuova generazione. Diamo un’occhiata alle sue specifiche principali:

DIMENSIONI55, 65, 75, e 85 pollici (QE55Q70T, QE65Q70T, QE75Q70T, QE85Q70T)FREQUENZA DI REFRESH120Hz
DISPLAY TYPEQLEDHDRHDR10+, HDR10, HLG
VRRSiHDMI 2.1Si
INPUT LAG20ms (1080/60) con Game Motion Plus

Iniziamo con le note dolenti. Delle 4 porte HDMI a disposizione solo una permette di girare in 4K/120fps. Le altre viaggiano in 4K/60fps. Se avete due console di nuova generazione vi toccherà abusare dell’unica porta performante. La qualità dell’immagine, marchio di fabbrica dei TV Samsung, è sempre al top. Se unita, poi, a un prezzo abbordabile il tutto genera un mix molto interessante. Il QE85Q70T viaggia si muove intorno ai 2.800 euro, mentre il QE55Q70T lo si trova anche a 700 euro. Il rapporto qualità/prezzo è più che buono.

Samsung dedica delle modalità appositamente per i giocatori, una che privilegia la qualità dell’immagine (Game Motion Plus) ed un’altra che abbassa l’input lag sino ad arrivare a 9ms (1080p/60). In parole povere, chi fa gaming competitivo sarà di certo accontentato.

Peccato per quell’unica porta HDMI dedicata a sostenere la potenza delle console di nuova generazione. Una scelta strana quella di Samsung. Per il resto è un buon compromesso tra qualità e prezzo. I 9ms di input lag, in modalità 1080p/60, sono “tanta roba” per una TV.

Ultimo aggiornamento 2021-04-17

televisione per ps5 LG Nano90 Nanocell LED

LG Nano90 Nanocell LED

Fortunatamente ha anche una gamma più umana in termini economici, pur sempre mantenendo uno standard qualitativo di tutto rispetto. Eccovi i numeri di questa serie:

DIMENSIONI55, 65, 75 pollici (55NANO906, 65NANO906, 75NANO906)FREQUENZA DI REFRESH120Hz
DISPLAY TYPELEDHDRDolbyVision, HDR10, HLG
VRRSiHDMI 2.1Si
INPUT LAG17ms (1080/60)

La serie OLEDCX è molto esclusiva ma, si sa, la qualità si paga. La linea NANO, però, sembra essere quel giusto compromesso tra qualità e prezzo. Considerate che il 75NANO906 si aggira intorno ai 2.200 euro sino a scendere ai 900 euro circa del 55NANO906. Prezzi onestissimi visti i cavalli sotto il cofano. La tecnologia Nanocell può essere una valida alternativa rispetto alla classica OLED, pur mantenendo uno standard qualitativo elevato.

 

Questa serie 9 monta a bordo ben due porte HDMI che supportano i 4K/120fps. Se siete tra i fortunati possessori sia di Xbox Series X che PS5 avete la possibilità di collegarle assieme senza dover staccare nulla. La coppia contrasto dinamico e HDR creano un buon compromesso a livello visivo che, unito ad un input lag di tutto rispetto, creano un terreno perfetto per il gaming.

La linea NANOCELL rappresenta la fascia medio/alta dei prodotti LG, anche se con i numeri si difende piuttosto bene. Un 75 pollici a meno di 2.500 euro è cosa rara con queste caratteristiche. Come fratello minore le prospettive sono molto buone.

Ultimo aggiornamento 2021-04-17

Sony X900H XH90

Sony X900H / XH90

Non vogliamo di certo dire che Sony ha realizzato una TV per ps5 ottimizzata per sfruttare al meglio la nuova Playstation 5. Dire no, ma pensarlo non costa nulla. Date un’occhiata a questi numeri:

DIMENSIONI55, 65, 75, e 85 pollici (KD-55XH9005, KD-65XH9005, KD-75XH9005, KD-85XH9005)FREQUENZA DI REFRESH120Hz
DISPLAY TYPELEDHDRDolbyVision, HDR10, HLG
VRRSiHDMI 2.1Si
INPUT LAG17ms (1080/60)

Un aggiornamento al firmware consente a questa linea di viaggiare a 4K e 120fps, pronto per la neo arrivata PS5. Il processore delle immagini di Sony è uno dei migliori in circolazione, e in particolare nel suo flusso di upscaling di contenuti non-HDR e HD. Per capirci, upscaling sta per miglioramento di immagini con una risoluzione “antiquata”.

Le dolenti noti arrivano con il prezzo, visto che Sony se li fa pagare bene i suoi televisori. Il KD-85XH9005 si attesta intorno ai 3.500 euro, mentre il KD-55XH9005 lo si può trovare anche tra i 1.000/1.200 euro. Onestamente ci sembra, forse, leggermente sbilanciato come rapporto qualità/prezzo.

Che Sony faccia le “cose per bene” non è certo un mistero, anche se forse questa volta ha sparato troppo in alto. In numeri non giustificato il prezzo. Resta, però, il fatto che difficilmente l’azienda giapponese non riesca a stupire e accontentare. Qui entra in gioco il fattore “fedeltà”.

Monitor per Xbox Series X e PS5 – Le nostre scelte

Passiamo ora in rassegna le nostre scelte circa quali monitor possono sfruttare al meglio il potenziale delle nuove Xbox Series X e PS5. Può sembrare una scelta quasi “anacronistica” quella che vede la coppia console/monitor. Il fatto è che i numeri, in termini di frequenza e tempo di risposta, che offrono parlano da soli. Per quanto una TV può essere la scelta più “comoda” in un ecosistema ambientale come il salotto, diventa limitante se si inseguono le prestazioni e la velocità. Non vogliamo dire che chi fa gaming competitivo è quasi costretto ad acquistare un monitor, ma un pensierino lo stiamo facendo. Anzi più di uno.

ViewSonic XG2401

ViewSonic XG2401

DIMENSIONI24 pollici (XG2401)FREQUENZA DI REFRESH144Hz
RISOLUZIONEFull HDFREESYNCAMD free sync technology
HDMI 2.1SiINPUT LAG1ms

Non ci siamo sbagliati proponendovi un FullHD invece che un 4K. Iniziamo con il dirvi che trovarne uno con delle caratteristiche degne di note e con un buon rapporto qualità/prezzo non è assolutamente facile. Nel mondo del PC gaming, attualmente, lo standard di riferimento è il FullHD. In realtà è quello che permette di sfruttare al meglio tutti gli hardware a disposizione senza grossi sacrifici in termini di risorse. Le nuove console, guarda caso, supportano entrambe questa risoluzione e sono costruite per darne il meglio.

Non sfrutterete mai i 144hz, visto che lo console arrivano a 120hz. Avere, comunque, un prodotto che può essere usato anche per il PC gaming, qualora cambiaste “parrocchia”, non è poi una così dannoso. Il tempo di risposta di 1ms è qualcosa che non passa di certo inosservato. D’altronde il mondo dei monitor dedicati al gaming, soprattutto quelli dedicati al competitivo, viaggia su questi numeri.

Il rapporto qualità/prezzo è molto buono visto che si trova sul mercato con un range di prezzo che va dai 250 ai 400 euro. La nostra scelta, anche per questo motivo, non poteva che ricadere su questo monitor.

Peccato per le dimensioni del pannello. Per il resto, numeri da capogiro per questo monitor. Non sfrutterete i 144Hz ma l’input lag di 1ms siamo sicuri di sì. Il rapporto qualità/prezzo è eccellente. Un ottimo entry level di fascia medio/alto.

Ultimo aggiornamento 2021-04-17

ASUS VP28UQG 28

ASUS VP28UQG 28″ 4K/UHD

DIMENSIONI28 pollici (VP28UQG)FREQUENZA DI REFRESH60Hz
RISOLUZIONE4k UHDINPUT LAG1ms
HDMI 2.1Si

Un monitor perfetto per chi non gioca spesso e volentieri a livello competitivo e preferisce a questi avventure grafiche e open world. I 60hz di frequenza li suggeriscono caldamente come genere. Ricordate, però, la famosa coperta. Se volete il meglio a livello qualitativo e, quindi, giocare sempre con il ray tracing attivo, ecco che i 60hz diventano perfetti. Difficilmente, in questa generazione, vedremo i 4K/60fps con RT attivo.

Interessante il tempo di risposta di 1ms. Questo vi fa capire che, se volete, il gaming competitivo si può praticare anche con questo monitor, ma non con i 144hz.

Il rapporto qualità/prezzo è buono visto che si trova sul mercato anche a meno di 300 euro. Non male per un monitor gaming di fascia medio/alta.

Trovare un monitor da gaming 4K non è semplice, ma trovarlo con questi numeri assai complesso. Non fatevi ingannare dai 60Hz. Se amate evidenziare sempre il “bello” dai videogiochi diventano perfetti. Questa generazione i miracoli non li farà per cui un pensierino fatelo visto il prezzo.

Ultimo aggiornamento 2021-04-17

Dell Serie S 27

Dell Serie S 27 pollici 155Hz Gaming Monitor

DIMENSIONI27 polliciFREQUENZA DI REFRESH155Hz
RISOLUZIONEQHD 2560x1440pINPUT LAG1ms
HDMI 2.1Si

La frequenza “overcloccata” a 155Hz è ottima calamità per il nostro interesse. Se, poi, la si confronta con la risoluzione QHD 2560x1440p (non 4K), beh, l’acquolina in bocca viene. La risoluzione “strana” non scalfisce minimamente Xbox Series X, mentre PS5 storce il naso per via della sua non compatibilità con 1440p. Attenzione, questo non vuol dire che il monitor non funzionerà, bensì la sua risoluzione, in abbinamento con la nuova console Sony, verrà scalata in FullHD (1920×1080).

Il rapporto qualità/prezzo non è male visto che ci muoviamo in una fascia che va dai 250 ai 350 euro. Per un QHD non è male.

Una risoluzione inutile per PS5 ma ottima per Xbox Series X. Se siete dalla parte di Microsoft, questa Serie S potrebbe fare al caso vostro. I 155Hz non passano inosservati, anche se arriverete a sfruttarli solo 120. Prezzo ottimo per i cavalli sotto il cofano.

Ultimo aggiornamento 2021-04-17

ASUS ROG Strix XG27UQ

ASUS ROG Strix XG27UQ

DIMENSIONI27 polliciFREQUENZA DI REFRESH144Hz
RISOLUZIONE4K UHD (3840 x 2160)INPUT LAG1ms
HDMI 2.1Si

Vogliamo andare sul sicuro, concludendo la nostra selezione in bellezza, anche se dolorosa per le nostre tasche. Si sa, quando si punta un prodotto della serie ROG sono dolori, ma sono soldi spesi più che bene visto che la qualità è sempre garantita. Ok per i 144Hz e un input lag di 1ms. Raggiungerli, però, con una risoluzione 4K vale da solo il prezzo del biglietto.

Lo si trova in commercio intorno ai 1.000 euro. Ve lo abbiamo detto che erano dolori per il vostro portafoglio, ma la qualità ha un prezzo e se si vuole avere il top qualche sacrificio bisogna farlo. Un consiglio: se non avete fretta aspettate l’arrivo dell’estate 2021 e sperare in un abbassamento del prezzo. È il periodo migliore per fare dei grandi affari.

C’è poco da dire quando si parla della linea ROG. Il prezzo non è accessibile per molti, questo lo sappiamo, ma se cercate il top tra i monitor dedicati al gaming su console e su PC siete nel posto giusto. Un investimento ottimo anche per il futuro.

Ultimo aggiornamento 2021-04-17