Corsair Sabre pro recensione

CORSAIR SABRE PRO: RECENSIONE

Voto dei lettori0 Votes
0
9
Voto
Vedi il prezzo

Dopo qualche settimana di test e difficoltà varie dovute all’ennesimo cambio di mouse, sono finalmente a scrivervi la recensione dell’ultimo giocattolo di casa Corsair, il mouse da gaming per giocatori competitivi, Corsair Sabre PRO Champion Series.

Per chi fosse familiare con la linea sabre, consiglio di dimenticarsi pure tutto quello che sapeva a riguardo, Corsair a rivoltato la linea come un calzino, cambiandone completamente la forma, le prestazioni e il numero di tasti. Il nuovo Sabre PRO è qui per soddisfare i palati più esigenti, è qui per supportare i professionisti degli eSports, grazie alla sua linea ergonomica migliorata, il suo peso irrisorio di 69g e i suo tasti iper reattivi grazie alla tecnologia Quickstrike e un polling rate da 8000Hz.

Riuscirà il Corsair Sabre Pro a rimpiazzare i vari Razer DeathAdder e Zowie EC o FK nelle mani dei giocatori più compativi? Beh scopriamolo insieme

Corsair Sabre pro specifiche tecniche 2

Corsair Sabre Pro: Specifiche

PRODUTTORECORSAIR
MODELLOSABRE PRO
N° TASTI5 + 1 DPI
SENSOREOTTICO PixArt PMW3392
DPI18.000
WIRELESSNO
TIPOLOGIA PRESAPALM GRIP, CLAW GRIP, FINGER GRIP
DIMENSIONI129mm x 70mm x 43mm
PESO69G
REGOLAZIONE PESONO
POLLING RATE8000 Hz
LIFT OFF DISTANCE2mm

Corsair Sabre Pro: Video

Corsair Sabre Pro: Caratteristiche

Questo nuovo mouse di Corsair richiede che non ci si fermi alla prima impressione. Di fatti guardandolo, oltre a non assomigliare per niente al vecchio sabre, non impressiona affatto, niente forme strane, niente tasti aggiuntivi o led rgb… Sembra un mouse qualunque, ma sotto a quest’aria Innocente, tipica dei mouse professionali, il Sabre pro nasconde una buona lista di caratteristiche interessanti.

Corsair Sabre pro laterale box gamers arsenal recensione

La prima caratteristica che notiamo prendendo in mano il Sabre Pro, ancora prima di leggerne il “bugiardino”, è la leggerezza del mouse. I 69 grammi indicati sulla bilancia, fanno si che il Sabre Pro rientri a pieno titolo tra i mouse ultralight, come vari modelli a nido d’ape che ci siamo abituati a vedere negli ultimi anni. La leggerezza, per quanto osannata e diventata nuovo metro di paragone tra i mouse “pro” resta comunque un fattore soggettivo e non tutti l’apprezzano.

Corsair Sabre pro frontale laterale

Personalmente credo che dipenda anche dallo stile di gioco, un giocatore a bassa sensitività, che spesso solleva il mouse e che fa movimenti ampi troverà vantaggioso avere un mouse ultraleggero. Di contro un giocatore che gioca a media sensitività con un valore DPI di 8/900 potrebbe trovare sconveniente un mouse troppo leggero.

Oltre alla leggerezza, un’altra caratteristica del sabre PRO è la reattività dei tasti destro e sinistro. Corsair ha introdotto i tasti Quickstrike. Una tecnologia che pretensiona i gli switch meccanici omron posti sotto i tasti e che permette di azzerarne la zona morta. Questo vuol dire che i tasti appena vengono premuti inviano istantaneamente il comando, a differenza dei tasti classici che richiedono un brevissimo lasso di tempo prima d’inviare il comando.

Stiamo parlando d’inezie, che solamente ad alto livello probabilmente sarà in grado di percepire e di trarne qualche minimo vantaggio in gioco.

Corsair Sabre pro frontale

Un’altra caratteristica dedicata agli eSports e implementata nel Sabre Pro è la tecnologia Corsair AXON Hyper-Processing. Questa tecnologia permette al sabre Pro, tra le altre cose, di raggiungere un polling rate di 8000Hz contro i classici 1000Hz. Caratteristica che sembra essere la nuova frontiera di scontro tra i big produttori di periferiche da gaming. Di più su questo argomento nella sezione prestazioni

gestione polling rate 8000Hz

Altre caratteristiche interessanti del mouse sono:

  • Interruttori meccanici Omron per i tasti destro e sinistro.
  • Cinque impostazioni DPI memorizzabili direttamente sul mouse e attivabili dal tasto posto sotto il mouse stesso.
  • Piedini 100% in teflon.

Corsair Sabre Pro: Design

Il design del Sabre Pro è stato sviluppato in collaborazione con i team di eSports legati al brand Californiano e qui vi si ritrovano i tratti caratteristici di tutti i mouse competitivi odierni. Ovvero il design minimale con pochi tasti e la forma ergonomica con una linea che pende verso destra, facendo così risultare il mouse più basso sul tasto destro e assecondare meglio la posizione della mano che, se mantenuta in una posizione naturale, non è mai perfettamente parallela al piano.

Corsair Sabre pro frontale laterale opposto

Il mouse pensato principalmente per prese palm o claw risulta molto comodo per la mia mano di medie dimensioni. La disposizione dei tasti laterali è ottimale per la presa palm mentre risulta leggermente arretrata per la presa claw. Il mouse manca di lati con texture pensate a migliorare il grip ed evitare che il mouse scivoli durante il riposizionamento del mouse. Di fatti per via del materiale utilizzato risulta essere un po’ scivoloso ed è necessario impugnare saldamente il mouse onde evitare che scivoli.

corsair SABRE PRO recensione vista laterale tasti

Nella parte inferiore troviamo quattro piedini 100% in teflon e il tasto per la gestione dei profili DPI. La collocazione del tasto DPI sotto il mouse è dovuta all’intenzione di ridurre al minimo la possibilità di errori durante le competizioni. Di fatti, questo evita che si cambi per errore il valore dei DPI nelle fasi più concitate in gioco. Il cambio di DPI in gioco viene di fatti poco utilizzato durante il gaming competitivo. Un led colorato ci indica quale profilo abbiamo attivato.

Corsair Sabre pro inferiore

Il mouse si collega al pc solo con connessione USB tramite un cavo di 2,1 mt rivestito in paracord per migliorarne la resistenza e la scorrevolezza. Come detto prima, il peso del mouse è di soli 69 grammi. Questo rende il mouse estremamente leggero e diminuisce l’affaticamento durante il gioco.

Corsair Sabre pro aspettando apex

Corsair Sabre Pro: Prestazioni

Chiunque si interessi a un mouse di questo tipo lo fa principalmente per un motivo, ottenere le migliori prestazioni possibili in gioco. Misurare le prestazioni di un mouse in gioco è alquanto difficile. Ci si basa principalmente sulle proprie sensazioni, sui riscontri che otteniamo in gioco ma ci sono una serie di variabili legate al fattore umano che rendono qualsiasi test poco scientifico.

recensione sabre pro corsair

Corsair ha investito molto per rendere questo mouse competitivo, rendendolo in grado di offrire prestazioni ai livelli più alti che si possano raggiungere oggigiorno. Introducendo la tecnologia AXON, corsair di fatti ha permesso al Sabre Pro Champion Edition di sfruttare l’hyperpolling, il quale utilizzando un microcontrollor USB ad alta velocità, gli permette di passare da un polling rate standard di 1000 Hz a polling rate di 8000 Hz. Il polling rate non è altro che la frequenza con cui il mouse si aggiorna con il PC.

 

Questo Hyper polling, permette di rimuovere effetti di micro stuttering, cioe movimenti non lineari del cursore dovuti ad aggiornamenti del monitor non sincronizzati con quelli del mouse.

Corsair Sabre pro in gioco

Gli 8000Hz se abbinati a un monitor con un alto refresh rate e ovviamente un PC che produce un alto numero di FPS, potrebbe veramente avere un impatto sulla precisione dei colpi in gioco. Ma se arrivate a fatica a 100 fps in gioco e siete dei giocatori casual, probabilmente non ve ne rendereste nemmeno conto.

Utilizzando il Sabre Pro principalmente su Apex Legends @ 160FPS non sono riuscito a rendermi conto del vantaggio offerto dagli 8000Hz di polling rate. Una cosa invece che ho trovato utile e piacevole è la reattività dei tasti. I tasti con tecnologia Corsair QUICKSTRIKE, sono estremamente reattivi e perfetti per i giochi FPS.

Mouse esports corsair sabre pro

Dopo oltre cento ore di test del Sabre Pro posso dire che è un mouse comodo, reattivo ed efficace. Il sensore è un PMW 3392 lo stesso che monta il Dark Core Rgb PRO recensito qui. Un sensore veloce, preciso ed affidabile che raggiunge i 18.000 DPI se mai dovesse interessarvi…

Corsair Sabre pro unboxing

Corsair Sabre Pro: Software

Per poter sfruttare il nuovo sabre pro e i suoi 8000Hz di polling rate, abbiamo dovuto installare l’ultima versione del software di casa Corsair, l’ICUE 4.0. Il software ha una interfaccia completamente ridisegnata rispetto a quella che eravamo abituati a usare. Il nuovo software ha una interfaccia più moderna, ma per ora risulta meno comoda rispetto alla precedente versione vedremo se è solo una questione di abitudine.

corsair icue 4

Dalla home è possibile scegliere un colore unico per tutte le periferiche e per l’hardware installato nel PC tramite i pulsanti di scelta rapida che vedete sulla sinistra. Per entrare nel nostro sabre Pro dovremo invece cliccare sulla sua immagine.

assegnazione tasti sabre pro

Una volta entrati ci troviamo di fronte a un menu che ci permette di scegliere tra: Assegnazione tasti, regolazione DPI, calibrazione superficiale e impostazioni dispositivo. Nel menu di assegnazione dei tasti possiamo abbinare ai tasti del mouse una tasto della tastiera a nostra scelta oppure una funzione del PC o creare e assegnare una macro

creazione macro

Il processo di creazione macro sembrerebbe abbastanza facile e intuitivo ma richiede un test approfondito. Quantomeno abbiamo la possibilità di creare macro abbastanza complesse tra mouse e tastiera potendo impostare ritardi singolarmente o di gruppo. È possibile registrare anche il movimento del mouse.

gestione polling rate 8000Hz

Per gestire la velocità di polling dovremo invece entrare in impostazioni dispositivo e selezionare 8000 Hz / 0,125 msec. Oltre al polling rate, in questa finestra potremo gestire le rettifiche dei DPI in tempo reale, l’ottimizzazione tempo di risposta dei tasti, l’angle snapping e l’ottimizzazione della precisione del puntatore e la sua velocità.

calibrazione superficiale sabre pro

Tramite il software possiamo inoltre calibrare il sensore alla superficie in modo da rendere le rilevazioni di quest’ultimo il più costanti possibili.

postazione gaming corsair sabre pro

Corsair Sabre Pro: Conclusione

Se sono oggi qui a scrivere la recensione del Corsair Sabre PRO è grazie alla mia passione e curiosità per il gaming e la tecnologia. Nuovi tasti, nuove funzionalità, regolazioni complesse sono sempre state fonte di grande curiosità e stimolo a informarmi e a provare cose nuove. Fatto sta che alla fine, spesso, quello di cui veramente abbiamo bisogno si racchiude in pochissime caratteristiche e funzioni.

Il Sabre PRO è un mouse semplice e funzionale. Niente regolazioni, niente tasti di troppo. È pura precisione ed ergonomia, è pulizia ed efficienza con un livello di prestazioni ineguagliato (almeno per i prossimi mesi). È un mouse comodo, preciso e che se viene abbinato a una macchina di fascia alta, un monitor da 240/360Hz e della sana abilità sarà il compagno ideale per competere ad alti livello nei principali sparatutto in circolazione, ma anche con un computer e un monitor di fascia media sarà un ottimo partner, ma senza godere degli 8000Hz di polling rate.

Ah dimenticavo è pure relativamente economico.

Pollice in su da parte dell’arsenale.

pulsanti laterali recensione corsair sabre pro

Corsair Sabre Pro: Prezzo

Il Corsair Sabre PRO ha un prezzo consigliato di vendita di 55€, prezzo decisamente buono viste le prestazioni offerte.

Ultimo aggiornamento 2021-10-13

Non hai trovato il mouse da gaming giusto per te? allora forse dovresti guardare le nostre guide:
Migliori mouse gaming
Migliori mouse gaming wireless
Marche mouse gaming

Corsair Sabre pro recensione
CORSAIR SABRE PRO: RECENSIONE
Conclusione
Semplice, comodo, preciso e veloce. Se non avete bisogno di tanti tasti e regolazioni, questo mouse è il compagno ideale per competere online.
PRESTAZIONI
9.5
ERGONOMIA
9
DESIGN
9
QUALITÀ COSTRUTTIVA
8.5
SOFTWARE
8.5
RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO
9.5
Voto dei lettori0 Votes
0
Ci piace
Forma ergonomica
Prestazioni di prim'ordine
Economico
Leggero
Non ci piace
Poco grip sui bordi
9
Voto
Vedi il prezzo