Postazioni gaming pc

Postazioni gaming, come costruirne una dalla A alla Z

Benvenuto alla guida per la creazione della postazione gaming perfetta, oggi affronto un argomento complicato e che mi sta molto a cuore, cioè come si progetta una game room.

Sicuramente ti sarà capitato di vedere delle postazioni gaming online, magari su reddit o su Pinterest, alcune sembrano delle astronavi, altre invece sono semplici e minimali, a seconda del tuo spazio, gusto, necessità e budget dovrai decidere come strutturare la tua game room e credimi, sarà un processo lungo e stancante ma anche stimolante e coinvolgente… e ovviamente caro.

Ci vorranno settimane per raccogliere le idee, progettare i tuoi spazi, comprare componenti e mettere il tutto insieme per creare la tua nuova postazione da gaming, non avere fretta, pianifica anche in base ai tuoi fondi, datti degli obiettivi per comprare i vari componenti e risparmia soldi se devi.

Il segreto è progettare bene all’inizio e seguire una tabella di marcia, vedrai che piano piano la tua postazione gaming prenderà forma.

 

Anche nella pagina pinterest dell’arsenale puoi trovare una bacheca con una selezione idee di postazioni da gaming. Vedi la nostra bacheca dedicata.

Progettare una Postazione da gaming

Passiamo alla parte pratica, progettiamo la nostra nuova postazione gaming, in questo articolo non terrò conto del tuo PC da gaming, quindi sia nei costi che nello studio della postazione, do per scontato che hai già un PC gaming o console che possa sostenere la vostra postazione. In questa guida mi concentro su come arredare la stanza con periferiche e mobili. Seguirà poi un articolo dedicato ai PC gaming.

1) Che tipo di giocatore sei?

La prima importante decisione che dobbiamo prendere è il tipo di gaming che vogliamo fare nella nostra postazione, PC, console, sim racing, ibrida? Questo è molto importante, perché un giocatore di console può permettersi delle comodità extra rispetto a un giocatore da PC che per forza di cose deve stare attaccato alla scrivania per giocare, mentre un giocatore di sim racing necessita una postazione guida. Quindi pensa bene a eventuali espansioni, per console, volanti e postazioni guida.

2) Definisci il tuo budget

Questa è la parte più difficile, quanto costa creare delle postazioni gaming? niente ma anche 20.000€, non c’è limite alle espansioni che possiamo aggiungere alla nostra postazione, quindi prefissati un budget, senza pensare a cosa vuoi, bensì a quanto è importante avere una postazione gaming e quanto realmente puoi permetterti di spendere o risparmiare. Risparmiare metà stipendio per due anni per costruirsi una postazione gaming potrebbe non essere una buona idea, ma se la tua passione è il gaming beh forse ne vale la pena.

L’importante è che ci pensi bene, lo scrivi su un foglio excel di google docs o quello che vuoi e poi inizi a progettare la tua postazione e man mano vai ad aggiungere voci al tuo foglio excel con il costo dei vari componenti che sottrai dal tuo budget finale.

Non comprare alcun pezzo finché tutti non saranno scritti su quel foglio, potresti bruciarti il budget e trovarti vendere la borsetta gucci della tua morosa alla stazione per comprarti la scrivania che ti eri dimenticato di mettere a budget…

3) Misura gli spazi a tua disposizione

Quando si crea la propria stanza da gaming si parte immancabilmente dal calcolo degli spazi a disposizione, ovviamente se avete un’intera stanza da dedicare al vostro progetto è differente dall’avere lo spazio di una scrivania, quindi procurati un metro e prendi le misure dello spazio a tua disposizione.

Stili Postazioni Gaming

Questa parte è dedicata a coloro che vogliono curare la parte estetica oltre alla parte pratica del proprio set up. Si può scegliere tra svariati stili per creare la propria postazione, esistono postazioni gaming minimali, colorate, illuminate etc. qui di seguito alcuni esempi delle principali linee di pensiero:

Postazioni gaming PC Minimali

Postazione gaming semplice

Singolo monitor grande, in questo caso curvo, con supporto VESA, tastiera mouse, controller e case, monocolore.

Postazioni da gaming PC Minimali Luminose


Postazione gaming PC minimale con effetto luce

Monitor grande, da 32″ pollici in su, gestione cavi nascosta, mouse e tastiera wireless, case a parete, illuminazione a led blu. Non idonea al gaming competitivo per via delle periferiche wireless.

Postazioni da gaming PC e console multimonitor

Postazioni gaming multi monitor

Setup a tre monitor per gaming pc e grosso monitor per la console.

Postazione da gaming per console Surround

Ampio televisore supportato da un impianto dolby e uno scomodo divano.

Esistono centinaia d’idee online, una volta scelto il vostro stile in base al vostro budget e spazi potete proseguire con la progettazione.

Componenti della postazione gaming

A questo punto avrete più o meno una idea di quello che dovrebbe essere il risultato finale della tua postazione. Ora vediamo quali sono i componenti fondamentali che dovrai scegliere per crearla.

  • Scrivanie per PC
  • Scaffali
  • Sistema di gestione cavi
  • Dispositivi per la gestione dell’elettricità e sicurezza
  • Sedia
  • Monitor
  • Supporti Monitor
  • Tappetino Mouse
  • Tastiera
  • Mouse
  • Cuffie
  • Volante
  • Accessori
  • Decorazioni

Scrivania PC

In base al design che hai scelto dovrai trovare una scrivania che si adatti al meglio al tuo progetto, sufficientemente larga e che ci stia nella stanza. Probabilmente comprare una scrivania non sarà sufficiente, dovrai corredarla di vari optional per renderla funzionale, ordinata ed elegante, ma iniziamo dal pezzo più importante, la scrivania.

Tipologie di scrivanie per PC

Sul mercato è possibile trovare svariate scrivanie, le soluzioni più comuni nei setup da gaming sono:

  1. Scrivania gaming: questo tipo di scrivanie hanno alcune caratteristiche che ci aiutano nella gestione dei cavi e nell’organizzare la nostra postazione e ci permettono di mantenere la postazione gaming compatta. Purtroppo sono care e non troppo grandi.
  2. Scrivania PC da studio: Talvolta una scrivania da studio o ufficio si adatta meglio alle nostre esigenze, soprattutto quando abbiamo bisogno di una scrivania molto larga per postazioni gaming speciali o dobbiamo risparmiare sul budget. Con questo tipo di scrivanie bisogna prendere in considerazione l’aggiunta di una gestione cavi e apportare alcune modifiche.
  3. Scrivania ad altezza regolabile: Questa non è una soluzione molto diffusa, si tratta di scrivanie che si possono regolare in altezza tramite una manovella o elettricamente. In ufficio soluzioni simili sono sempre più comuni, poter alternare lavoro in piedi a quello seduto è un’ottima soluzione per la nostra schiena. Ora si iniziano a vedere anche postazioni gaming con scrivania regolabile; e se hai problemi alla schiena o ti piace essere innovatore facci un pensierino. P.S: ovviamente sono più care.

La scrivania da gaming ideale deve essere più larga dei monitor che andrai a installare, anche se dovessi utilizzare degli attacchi VESA, la scrivania deve comunque essere più larga, altrimenti oggetti come casse e altri eventuali accessori resteranno davanti ai monitor.

Questo è importante soprattutto nei setup a due o tre monitor dove una scrivania stretta andrebbe occupata completamente dai monitor non lasciando spazio per ulteriori apparecchi sul piano.

Se lo spazio non ti consente di utilizzare una scrivania larga, dovrai trovare delle alternative per poter posizionare eventuali accessori oppure rinunciarci.

Ecco alcuni modelli di scrivania:

Scrivania gaming

scrivania gaming ultradesk

Scrivania Ultradesk, studiata appositamente per postazioni gaming, con gestione cavi, prese USB porta controller, cuffie e bevande.

Scrivania PC da studio

Scrivania gaming per postazione

Scrivania computer standard dimensioni: 170cm x 69cm x 75cm. Vedi prezzo È possibile trovare scrivanie economiche anche non online nella sezione dedicata alla scrivania d’Ikea del centro più vicino a te per esempio.

Scrivania ad altezza regolabile

scrivania altezza regolabile per gaming

Scrivania ad altezza regolabile, larga 150cm ideale per giocare seduti o in piedi per ridurre lo stress alla schiena. Altezza minima 75cm, altezza massima 123cm. L’altezza base è quella di una comune scrivania.

! Quando si progettano postazioni gaming basate su questo tipo di scrivania, bisogna prendere in considerazione eventuali prolunghe per i cavi !

Dimensione della scrivania

Questo punto è ovviamente collegato al calcolo degli spazi fatto precedentemente, quindi non puoi sbagliarti ma nel caso tu abbia molto spazio a disposizione devi prendere in considerazione alcuni fattori per decidere.

Postazioni gaming, dimensione scrivanie

Quanti monitor andrai a utilizzare? Il setup dell’immagine sopra, usa tre monitor da 24″ MG248QR e ognuno di essi è largo 56 cm, quindi un totale di 168 cm.

Per una configurazione del genere potresti usare una scrivania per PC da 150 cm, però non potresti mettere nient’altro sulla scrivania.

Postazione gaming tre monitor
Credit: https://imgur.com/gallery/6GFlw

Dove voglio posizionare il case? Avete quattro opzioni per il case, sotto la scrivania, al lato della scrivania o sopra la scrivania, oppure fare un case a parete. Le prime due opzioni non influiscono sulla dimensione della scrivania, ma se ti sei fatto un PC moddato e vuoi vedere il tuo piccolo luccicare sulla tua scrivania dovrai aggiungere qualche decimetro extra.

Postazione gaming con casse surround

Che tipo di impianto audio uso? La maggior parte dei giocatori utilizza cuffie da gaming per giocare, ma se hai la possibilità di metterti un bel impianto dolby o delle belle casse, beh fallo. Però dovrai tenere conto anche di questo quando scegli la tua scrivania.

Ora pensa bene a cosa vuoi mettere sulla tua scrivania, e calcola un poco di spazio extra. Ricordati che puoi sempre mettere le casse e il PC a terra e non tenere assolutamente niente sulla scrivania al di fuori della tastiera e il mouse.

Leggi la nostra guida alla migliore scrivania gaming prima di scegliere quale modello fa al caso tuo. Le migliori scrivanie gaming

Oppure guarda le scrivanie direttamente su amazon:

Sistema di gestione cavi

I cavi; la condanna di ogni gamer! Sono li che ci perseguitano si aggrovigliano, imbruttiscono la nostra postazione, e loro, le periferiche wi-fi cosa fanno? Laggano… Niente da fare, non c’è soluzione, i cavi restano, per ora… Ma serve ordine e disciplina, come dicevano una volta…

Per tenere in ordine i cavi sulla scrivania si utilizzano:

Passacavo

Se stai modificando una scrivania per adattarla alla nuova postazione, uno o due passacavi possono aiutarti a tenere la scrivania in ordine. Alcune scrivanie gaming o da ufficio hanno i passacavi inclusi, mentre la maggior parte non li ha.

Per applicare i passacavi devi forare la scrivania, se la scrivania è in compensato è facile ti basta un trapano e una sega a tazza sempre che il passa cavi sia rotondo, vedi il link alla sega a tazza sotto, se il passacavi è quadrato, ti servirà un trapano e un seghetto alternativo, questo processo è un po’ più impegnativo.

Esistono soluzioni che non richiedono di forare la scrivania, ovviamente sono un compromesso ma possono tornare utili se non vuoi/puoi forarla.

Ecco qui alcune soluzioni:


Passacavi con foro

passacavi scrivania gaming

La sega a tazza nel link qua sotto è da 60 mm, nelle indicazioni del passacavi c’è scritto di fare il foro di 60 mm ma potreste doverlo allargare leggermente se non entra il passacavi.

 

Hub gestione cavi

Questa soluzione serve a nascondere i cavi, il box crea un Hub per i cavi, utile se necessiti una ciabatta per il caricabatterie dei controller, cellulare o altre periferiche wireless .

Portacavi

Una volta deciso come i cavi spariranno dalla nostra vista, dobbiamo organizzarli nella parte inferiore della scrivania, sia per una questione di ordine che di estetica.

I cavi penzolanti non possono proliferare nella nostra nuova postazione da gaming!

Il nostro obiettivo in questa fase è di riuscire a guidare i cavi dalla scrivania verso la ciabatta elettrica e verso il nostro PC. Questo dipende da dove andrai a disporre il tuo PC, è cosa buona che i cavi viaggino tutti nella stessa direzione, quindi presa elettrica e PC dovrebbero essere vicini, in modo da evitare due linee di cavi.

Qui serve un poco di pianificazione, soprattutto se stai per forare la scrivania, una volta trovata la soluzione adatta e predisposto la ciabatta scegli un adeguato portacavi.

Eccone alcuni interessanti, li divido in quattro tipologie:

Canaline

Canaline Portacavi per postazioni PC gaming

Di canaline ce ne sono di due tipi aperte come quella sopra, dove possono alloggiare anche ciabatte per la corrente, oppure chiuse che guidano semplicemente i cavi verso la destinazione, all’interno di una canalina che nasconde completamente i cavi dalla vista.

 

 

Catene

Le catene nascono per ambienti industriali, ma sono belle e comode da usare, soprattutto in una scrivania ad altezza variabile, dove la catena si adatta alla scrivania allungandosi o piegandosi su se stessa.

R28 Nylon nero cavo portacavi a catena

Clips

Clip porta cavi per postazione PC gaming

Le clip sono una soluzione semplice ed economica, sono adesive o con la vite, basterà applicarne una ogni 20/30 cm e guidare i cavi verso la destinazione.

AGPTEK 50/Pack Combinazione di clips

Guaina

La guaina è la soluzione più semplice, basta mettere dentro tutti i cavi e li terrà uniti in un fascio unico, nascondendo la massa dalla vista, volendo si possono abbinare alle clip per guidare la guaina e nasconderla dalla vista.

Manhattan 502962, Canalina Avvolgente

Gestione elettricità e sicurezza

Quando si investe in una buona macchina e si crea la postazione gaming ideale bisogna prendere seriamente in considerazione la sicurezza il nostro investimento contro eventuali incidenti derivati dal sovraccarico o da interruzioni di corrente.

Le cose fondamentali da avere sono un buon HUB per le prese elettriche con protezione da sovraccarichi che garantisca qualità della corrente e un sistema di Backup per evitare le interruzioni di corrente .

Hub elettrica con protezione

Presa elettrica con protezione PC

In una buona postazione da gaming serve un buon HUB per la corrente, che eroghi sufficiente energia, che abbia abbastanza prese, che filtri la corrente in modo da fornire una corrente costante di qualità che non rovini i componenti del PC e che abbia una protezione contro eventuali sovratensioni. Ecco alcuni esempi

Stai completando la tua postazione PC e hai qualche consiglio per migliorare la guida? Contattami e aiutami a rendere ancora più utile e migliore questa guida.

 

UPS, Unità di back Up

PS unità di Back Up per postazioni pc gaming

Le UPS o unità di Back Up, sono dei dispositivi che si interpongono tra il nostro HUB o i nostri dispositivi e la presa elettrica. Questi dispositivi hanno come funzione primaria quella di fornire corrente ai nostri dispositivi in caso di blackout ed evitare che il computer si spenga di colpo facendoci perdere il nostro lavoro. Solitamente le batterie offrono un’autonomia di 10/20 minuti a seconda del modello e dell’impianto collegato.

Le interruzioni improvvise della corrente possono danneggiare gravemente il tuo PC e forse vale la pena spendere qualche euro in questo settore piùttosto che in decorazioni o accessori utili ma non così importanti come la salvaguardia del tuo sistema.

Sedia gaming o ergonomica

sedia da ufficio ergonomica bianca herman miller

Ora che la scrivania sta prendendo forma e ordine ci serve un oggetto molto importante, una sedia da gaming o meglio ancora ergonomica.

Per molto tempo si è sottovalutato l’importanza di una buona seduta per giocare, ma la sedia influisce direttamente sulla nostra salute e se passiamo molte ore al PC per giocare o lavorare è fondamentale avere una sedia di qualità che ci aiuti a mantenere una postura corretta ed eviti mal di schiena e altri problemi.

Le migliori sedie sul mercato sono senza dubbio quelle ergonomiche, che qualitativamente parlando sono migliori delle sedie da gaming ma costano anche di più. Una sedia da gaming è una buona soluzione e ci aiuta a mantenere una postura corretta, una sedia ergonomica ci aiuta il doppio, ha una migliore aerazione e costa il doppio di una sedia da gaming.

Dato che questi sono argomenti piuttosto complicati ti mando direttamente alle guide, perché serve un po di tempo per decidere quale modello meglio si adatta alle tue esigenze e budget.

Le migliori sedie gaming
Ergonomia della sedia e le migliori sedie ergonomiche
Le migliori sedie gaming economiche

Poggia piedi

Per migliorare la postura e l’ergonomia della seduta il poggia piedi è indispensabile, non costa molto, attorno ai 20/30€ a seconda del modello (ce ne sono alcuni da 80/100€ se vuoi).

I piedi dovrebbero sempre essere appoggiati quando stiamo seduti alla scrivania e le ginocchia dovrebbero essere leggermente più basse rispetto alle anche, dopo aver costruito la tua postazione valuta bene se necessiti un poggia piedi o meno, in base alla tua altezza, l’altezza della scrivania e della sedia potresti averne bisogno.

Configurazioni Monitor

Questa è una delle parti più interessanti e importanti della nostra postazione PC, i Monitor!

Porbabilmente ti sarai già fatto una idea di che tipo di postazione vuoi, se un mono monitor, monitor gigante, monitor curvo, 4k. dual monitor o triplo monitor o misto. C’è davvero da sbizzarrirsi qui, sempre che il tuo budget te lo permetta e che il tuo PC gaming riesca a far girare i tuoi giochi preferiti con configurazioni multimonitor o 4k ma questa valutazione esula dall’obiettivo di questo articolo, lo affronterò in un articolo a se.

Vediamo ora le configurazioni più comuni e che soluzioni possiamo adottare per ottenere il massimo dalla nostra configurazione.

Postazione gaming Monitor Singolo

La configurazione più comune è quella a monitor singolo, a seconda del tipo di giocatore che sei questa potrebbe essere quella ideale. I giocatori professionisti per lo più usano un singolo monitor, veloce e sufficientemente grande, senza esagerare per non gravare sulle performance del PC e di conseguenza sulle prestazioni in gioco.

Monitor singolo veloce

Postazioni gaming singolo monitor

La configurazione PC a monitor singolo è l’ideale per i giocatori di esports di fiochi frenetici come FPS, dove le prestazioni hanno la meglio su tutto. Solitamente il monitor è da 27″ non oltre il 2k, ma questa considerazione esula dall’articolo di oggi. In questa soluzione cerchiamo un monitor veloce e sufficientemente grande da darci una buona visuale in gioco.

Caratteristiche monitor veloce:

  • Refresh rate: 144Hz
  • Tempo di risposta: 1ms
  • Supporto G-sync o Freesync

Leggi la nostra guida i migliori monitor gaming

Postazione gaming Monitor ultra wide

Le postazioni gaming con monitor ultra wide con risoluzione 21:9 sono tra le più diffuse. Questa risoluzione permette di avere molto più spazio sullo schermo e in molti giochi questo è un gran bel plus. Non tutti i giochi però supportano questa risoluzione, in alcuni giochi non è stata implementata la funzione wide screen, solitamente questo succede giochi FPS, per evitare che alcuni giocatori godano di vantaggi rispetto agli avversari.

Per un giocatore normale è un’ottima soluzione, esistono monitor ultra wide da gaming abbastanza economici, attorno ai 250€, ovviamente meno costa e più basse sono prestazioni e qualità d’immagine.

Leggi la nostra guida come scegliere la dimensione di un monitor da gaming.

Postazioni gaming 4k

La postazione gaming 4k non cambia molto dalle precedenti da un punto di vista organizzativo, se non per il fatto che avrai bisogno di un PC gaming migliore.

Leggi la guida ai migliori monitor 4k gaming per vedere i pro e i contro e i migliori modelli 4k

Supporti monitor per postazioni a monitor singolo

Quando si tratta di disporre un monitor singolo nella nostra postazione abbiamo a disposizione quattro soluzioni:


Supporto monitor originale
Monitor da gaming economico

Il supporto con cui viene venduto il monitor, a seconda del monitor potrebbe avere caratteristiche differenti, come la regolazione dell’altezza, inclinazione, direzione, tilt di 90°

Se il monitor non ha una base che ti permette di alzare il monitor e inclinarlo conviene prendere un braccio snodabile per monitor, questo perché se il monitor ci costringe a guardare verso il basso per ore è un male per il nostro collo e spalle, decisamente da evitare e facilmente risolvibile.

Braccio Supporto snodabile porta monitor
Supporto per monitor

Questi supporti sono un’ottima soluzione, non costano troppo e ci permettono di regolare il nostro monitor nel migliore dei modi. Si attaccano al monitor tramite una attacco VESA, quindi quando comprate il monitor controllate che sia VESA Compatibile. Il braccio si attacca al bordo della scrivania.

E’ una soluzione utile anche in caso usiate lo stesso monitor per guardare film da una posizione differente dalla vostra sedia, con questo braccio potrete riposizionare il monitor nella posizione corretta, cosa che con un fissaggio al muro fisso o un supporto originale non si può fare.

Supporto monitor a parete snodabile

Il supporto snodato a parete è simile al braccio snodato, solo che per installarlo bisogna trapanare la parete e mettere dei Fischer. Niente di troppo difficile, il vantaggio è che non avresti nulla sulla scrivania.

Configurazioni gaming Dual Monitor

La configurazione gaming dual monitor o a doppio schermo è una soluzione utile per chi usa il PC per svariate task legate al gaming o al lavoro.

In una configurazione dual monitor, il secondo monitor sarà solo di supporto, quindi dovresti avere un buon monitor principale, un 27 pollici per esempio e un monitor di supporto uguale o più piccolo.

Il monitor principale lo useremo per giocare, mentre sul secondo monitor si può utilizzare per mettere eventuali mappe del gioco, chat o se sei uno streamer chat legate al programma di streaming (vedi twitch). Normalmente non si utilizzano due monitor per giocare e dividere l’immagine in gioco, perchè il centro del tuo gioco sarebbe il bordo del monitor e questa non è una buona idea.

Vediamo alcune configurazioni dual monitor:

Configurazione gaming a due monitor con monitor verticale

In questa configurazione abbiamo un widescreen come monitor principale di gioco e un monitor verticale di supporto, il tutto utilizzando una scrivania molto piccola. Il monitor è stato rialzato per portarlo all’altezza degli occhi e dato lo spazio ristretto anche il monitor di supporto è rialzato.

Personalmente ritengo che sarebbe stato meglio tenerlo più basso il secondo monitor in modo da evitare di dover guardare troppo in alto per leggere eventuali informazioni nella parte superiore dello schermo verticale, ma per farlo avrebbe dovuto rimuovere il piano di rialzo e mettere due bracci di supporto (che probabilmente già ci sono)

In questa configurazione abbiamo un monitor widescreen con supporto a parete tipo quelli elencati prima e un monitor sempre con supporto ruotato di 90° in stile ritratto. Il monitor di supporto non necessità di essere super performante essendo che ha la sola funzione di supporto.

A seconda del tipo di giocatore che sei, potresti optare per un monitor di supporto IPS per avere colori migliori per fare editing o altro e un veloce TN per il gaming.

Ecco alcuni esempi di monitor con swivel 90°.

E’ possibile utilizzare un monitor senza funzione swivel e ottenere il monitor verticale con un braccio come questo.

Postazione gaming due monitor sovrapposti

Postazione gamin a due monitor sovrapposti

La configurazione a due monitor sovrapposti come la precedente prevede un monitor principale per il gaming e uno di supporto, questa configurazione è utile se avete poco spazio sulla scrivania.

Per poter utilizzare questo setup dovrai fissare il secondo monitor alla parete e il primo lasciarlo sul suo piedistallo o su un braccio a parte. Esistono anche i bracci a dual monitor sovrapposti, dovrai controllare bene le misure del tuo monitor prima di acquistarlo.

Ecco un esempio:

RICOO Supporto per 2 Monitor da Tavolo

Postazione dual monitor lavoro e gaming

Postazione gaming PC dual monitor

La postazione con dual monitor paralleli non è molto diffusa tra i gamers, questo perché al centro dello schermo abbiamo il bordo del monitor, ma se utilizzi il PC anche per lavorare questa soluzione può tornare utile. Innanzitutto serve un buon braccio porta monitor dual o due bracci singoli per poter gestire la posizione al meglio.

Quando lavoriamo manteniamo i monitor paralleli, quando giochiamo uno dei due monitor diventerà di supporto e verrà spostato e accentreremo l’altro monitor. Si può usare qualsiasi monitor per questo setup, ovviamente è meglio se i monitor sono uguali, per una questione estetica e di ordine della postazione ma anche perchè lavorare su due monitor di dimensioni differenti è fastidioso.

Postazioni gaming a tre monitor

Le configurazione da gaming a tre monitor sono indubbiamente molto affascinanti e al giorno d’oggi la maggior parte delle schede video di fascia medio alta supporta queste configurazioni ma benchè siano supportate non vuol dire che riuscirai a giocare a qualsiasi gioco.

Verifiche da fare prima di cimentarsi in un setup a tre monitor

Usare tre monitor richiede un dispendio di risorse del PC non indifferente, quindi se vuoi utilizzare tre monitor dovrai fare bene i compiti prima di comprare monitor e supporti.

Controlla che i tuoi giochi supportino tre monitor

Non tutti i giochi supportano tre monitor e se sei un giocatore dedito a qualche gioco specifico controlla che il tuo gioco supporti la modalità a tre schermi. Alcuni giochi non la supportano per fair play nei confronti di giocatori con monitor singolo, specialmente in giochi FPS dove un setup a tre monitor ti darebbe una visuale di gioco decisamente più ampia e il conseguente vantaggio sugli altri giocatori.

Esiste un forum che si dedica ai giochi wide screen dove c’è una lista dei giochi che lo supportano WSGF.

Controlla che la tua scheda video supporti tre monitor
Scheda video che supporta tre monitor

La maggior parte delle schede di fascia medio alta ha almeno tre uscite ma non sempre. La scheda video dell’immagine qui sopra è una GIGABYTE NVIDIA GeForce GTX 1050  come puoi vedere ha tre uscite HDMI, ci sono schede con tre uscite Displayport che ti permette di utilizzare il FreeSync o G-sync come questa AMD Radeon RX 570 4 GB GDDR5 PCI Express. E’ possibile utilizzare porte differenti per collegare tre monitor.

Queste schede video sono solo per mostrarti alcuni esempi di schede video con tre uscite dello stesso tipo, non sono tra quelle potenti e per giocare bene con tre monitor avrai bisogno di una bella scheda video tipo la RTX GeForce 2060 o una 1080ti o addirittura passare al Crossfire o SLI e montare due schede video ma l’argomento schede video merita un articolo dedicato.

Compra dei monitor compatibili con la scheda video

Abbastanza ovvio no? controlla che le prese del monitor siano compatibili con le prese della scheda video, ricordati che se la tua scheda video non ha tre uscite uguali anche i tuoi monitor dovranno avere almeno due tipi di imput.

Configurazione gaming a tre monitor in linea

fonte: lifechacker.com

La postazione con tre monitor in linea è la più diffusa, per questa postazione avremo bisogno di monitor da 24/27 pollici con cornice sottile per ridurre al minimo l’interruzione d’immagine nel nostro ultra wide setup.

Per quanto riguarda i supporti possiamo scegliere tra il mantenere quelli originali, utilizzare un braccio per ognuno dei monitor oppure un braccio per tre monitor.

Le caratteristiche dei monitor che ci interessano per questo setup sono:

  1. Supporto VESA 100×100 se volete usare un supporto extra.
  2. Porte compatibili con la nostra scheda video e possibilmente Displayport per FreeSync o G-sync.
  3. Refresh rate di almeno 75Hz sempre che la vostra scheda ce la faccia.

Vediamo qualche monitor “zero frame” o quasi che ci potrebbe tornare utile:

Monitor economico per postazione a tre schermi

postazione gaming tre monitor

BenQ GL2580HM Prezzo 140/150€

Il BenQ GL2580HM è un monitor da gaming entry level, che costa attorno ai 150€, con pannello TN tempo di risposta di 1 ms e refresh rate di 60Hz. Soluzione ideale se avete un budget ristretto e il vostro PC non è molto potente. La cornice sottile lo rende un’ottima soluzione per un setup multi-monitor economico.

Monitor fascia media per postazione a tre schermi


Alienware AW2518HF Prezzo 370€/500€

L’Alienware AW2518HF per setup AMD AW2518H per setup Nvidia è un ottimo monitor da gaming, con un profilo molto sottile che si addice perfettamente a una postazione multi-monitor. Questo modello ha un eccezionale refresh rate di 240Hz, probabilmente non riuscirai a far girare tre monitor a 240Hz, ma potrai sempre disattivare i due monitor esterni quando necessiterai i 240Hz.

L’alienware ha il supporto VESA, è dotato di FreeSync o G-sync a seconda del modello inoltre si può regolare l’altezza del monitor, ha tutto quello che ci serve, oltre a un design curato e accattivante.

Supporti per soluzioni a tre monitor

CI sono due tipi di supporti tra cui scegliere, quelli fissi e quelli snodati. Quelli fissi permetteranno di bloccare i tre monitor a distanze fisse e al massimo una leggera inclinazione del monitor di 10/15° e alcuni modelli permettono di ruotarli di 90° e metterli in posizione ritratto. L’altra tipologia è quella a bracci snodati, dove potremo spostare a nostro piacimento i monitor per far assumere alla nostra postazione setup differenti senza essere costretti da misure predeterminate.

Configurazioni gaming con più di tre monitor

Come avrai potuto vedere online, esistono postazioni gaming con 4/6/8 monitor queste postazioni sinceramente sono poco pratiche soprattutto per una postazione gaming PC, servirebbe una distanza maggiore dai monitor rispetto a quella standard che si ha stando su una scrivania per sfruttarli correttamente. Per non parlare della difficoltà a realizzare queste postazioni e la potenza necessaria a far girare i giochi con un numero di FPS decente.

L’unica configurazione su cui mi soffermo è quella a quattro monitor, composta da tre monitor in linea e un monitor di servizio o per la console/film.

Soluzione a quattro monitor

Postazione gaming PC 4 monitor

La soluzione 3+1 è una soluzione multiuso, l’evoluzione della postazione a tre monitor in linea e principalmente viene utilizzata per avere un monitor/tv per poter giocare alla console, magari con amici o guardarsi film da un divano o poltrona. Si può sempre utilizzare il quarto monitor come monitor di servizio per chat e mappe mentre si gioca con i tre monitor.

Esistono anche supporti per questa disposizione come questo:

Tappetino gaming – Mouse pad

A seconda del tipo di giocatore che sei potresti aver bisogno o meno del mouse pad. Molta gente gioca senza, per fare questo hai bisogno di una scrivania con una buona superficie e soprattutto non devi mai giocare fuori casa.

La maggior parte dei giocatori ad alto livello utilizza un mouse pad, perchè questo gli permette di poter trasportare la superficie con cui è abituato a giocare tutti i giorni in qualsiasi luogo vada a giocare.

Inoltre il mouse pad gaming ha una consistenza studiata appositamente per far scivolare in maniera costante il mouse, e offrire una maggiore precisione di tracking dei monvimenti. Esistono vari tipi di mouse pad e ognuno offre resistenze differenti in base a come è stato costruito.

Io personalmente uso il mouse pad, sono abituato e mi piace usarlo, però per qualcuno potrebbe essere un affronto al look della postazione quindi lascio a te la decisione.

Senza entrare troppo nel tecnico perchè per quello ti rimando alle guide: Come scegliere un tappetino da gaming e i migliori tappetini gaming, se hai deciso di mettere il tappetino, le soluzioni che ti si prospettano (a meno che tu abbia mouse speciali che necessitano il loro tappetino) sono il mouse pad regular o extended o XXL. Ricordati di abbinarlo ai colori dei led e delle ventole del PC 😉 .

Tastiera gaming

Eccoci alle tastiere da gaming, parte fondamentale per la nostra postazione, sia sotto l’aspetto pratico che quello estetico. La selezione della tastiera dovrebbe essere più legata al tipo di giocatore che sei e alla tipologia dei giochi che solitamente usi piuttosto che al look della postazione.

Ci sono tre opzioni che elenco velocemente e poi ti mando agli articoli di approfondimento per decidere il modello e se ti serve una tastiera meccanica o meno:

Tastiera gaming full key

MIGLIORI TASTIERE GAMING CORSAIR K70

Tastiera completa di tutti e 104 tasti , con tasti per la gestione media e magari anche tasti per la gestione delle macro (questa non li ha), ce ne sono vari modelli sul mercato, la tastiera gaming nella immagine è una ottima corsair k70 con tasti meccanici, retroilluminazione rossa e poggia polsi, controlli media e rotella volume.

Costa attorno ai 100€, ottime prestazioni, non troppo larga e accattivante. Esiste anche nella versione silenziosa o con led di differenti colori.

Tastiera gaming tenkeyless

miglior tastiera gaming

La tastiera Tenkeyless, è una tastiera gaming compatta, senza la parte del tastierino numerico, spesso inutilizzato da noi giocatori. Le tastiere tenkeyless permettono di occupare meno spazio sulla scrivania, tenere mouse e tastiera più vicini e quindi essere più comodi ma anche di avere un look più minimale.

La tastiera dell’immagine è una Hyperx Alloy FPS Pro, costa attorno ai 110€, è una tastiera eccezionale, veloce e precisa, utilizzata soprattutto da giocatori di FPS.

Tastiera gaming wireless

tastiera gaming wireless retroilluminata corsair k63

La tastiera wireless, una soluzione per chi odia i cavi e non teme imput lag. Le tastiere wireless non sono una soluzione molto comune, ma per un gaming occasionale o non competitivo può andare più che bene.

Il modello in questione è una Corsair K63, una tastiera pensata per PC e console, di fatti è anche possibile comprare una base porta tastiera con mousepad incorporato per usarla dal divano, potrebbe essere una soluzione interessante per giocare dal divano o con la console.

Vedi la guida alle migliori tastiere gaming per scegliere il modello giusto per la tua postazione.

Keypad

razer keypad gaming tastierino

I keypad, mi hanno sempre affascinato anche se non sono mai riuscito ad abituarmi. I keypad da gaming sono dei tastierini che sostituiscono la tastiera, utili per giochi in cui si utilizzano pochi tasti come gli FPS, sono molto comodi hanno una forma ergonomica e hanno alcune features extra che le tastiere non hanno, come il joystick analogico e lo scroll.

Il modello della foto è il Razer Tartarus, uno dei migliori sul mercato, non che ce ne siano tanti. E’ dotato di tasti meccanicci e retroilluminazione RGB per adeguarlo ai colori della vostra postazione. Costa attorno ai 90€.

Mouse da gaming

Il mouse gaming occupa un posto di tutto rilievo nella nostra postazione, è i nostri occhi e il nostro mirino, è un oggetto che va scelto con cura e al quale bisogna abituarsi e cambiare il meno possibile. Esistono vari modelli in commercio, con caratteristiche differenti e prima di sceglierlo ti consiglio di leggere le nostre guide. Elenco alcuni modelli giusto per darti una idea delle opzioni che hai.

Mouse gaming all round cablato

migliori mouse da gaming Steelseries rival 500

I mouse gaming all round con cavo USB sono la tipologia più diffusa, questo perché la connessione USB elimina ogni possibilità di ritardi nella trasmissione degli imput e di conseguenza diminuisce gli errori in gioco che ne conseguono. All’interno di questa categoria abbiamo svariate sotto categorie in base al numero di tasti e al tipo di sensore.

In base al tipo di giocatore che sei e al tipo di gioco al quale solitamente giochi, sarai più propenso a sceglierne uno piuttosto che un’altro. Leggi la guida I migliori mouse gaming dentro troverai anche una buona guida a come scegliere il mouse giusto.

Il mouse dell’immagine è lo SteelSeries Rival 500, un ottimo mouse gaming con 15 tasti e un sensore eccezionale. Il prezzo si aggira attorno ai 90 euro, ci sono soluzioni più economiche e valide nella guida, ma questo è un mouse all round che non delude, indipendentemente dal gioco.

 

Mouse gaming MMO

migliori mouse gaming mmo razer naga trinity

I mouse gaming MMO sono mouse speciali, con un tastierino laterale con 9/12 tasti adatti ai giocatori di MMO perchè possono impostare tasti extra sul mouse e scaricare la mano sinistra dalla grande mole di lavoro a cui i giochi MMO ci hanno abituati.

Il mouse in questione è il razer Trinity, l’ultimo mouse MMO di razer e benchè io non sia un fan di Razer, questo mouse è veramente un buon mouse, oltre che per le performance ottimali, ha anche la possibilità di cambiare il tastierino laterale per trasformarlo in un mouse MOBA o un mouse FPS. Tre mouse in uno, l’unica pecca è che si adatta per lo più a chi ha una presa Palm grip, se non sai cos’è una presa Palm Grip scoprilo nella nostra guida: Tutto sui mouse da gaming

 

Mouse gaming wireless

Mouse gaming wireless steelseries rival 650

I mouse gaming wireless sono un prodotto abbastanza di nicchia, per via della possibile Lag imput, cioè il ritardo nella trasmissione dei dati e quindi dei movimenti in gioco. Al giorno d’oggi ci sono modelli molto performanti e che non hanno alcun ritardo ma soprattutto si possono utilizzare sia con cavo che senza come questo steelseries rival 650.

Lo steelseries Rival 650 è un ottimo mouse da gaming wireless, con una connessione che non da problemi e la possibilità di giocare con cavo USB quando abbiamo la necessità di azzerare i rischi dovuti all’imput lag.

Questa soluzione è ideale per coloro che amano avere la scrivania pulita e che magari quando giocano collegano il mouse per sicurezza. Il rival 650 è un ottimo mouse ma costa circa 120€, dai un’occhiata alla nostra guida ai migliori mouse gaming wireless per vedere altre opzioni più economiche, anche se non di molto.

 

Cuffie gaming

Le cuffie gaming sono un must per ogni postazione. Giocare con un impianto dolby surround è una ottima soluzione, sempre che tu abbia i soldi, lo spazio e nessuno che si lamenta; ma è sempre meglio avere delle buone cuffie da gaming appese alla scrivania.

Di cuffie gaming ne esistono di vari tipi e soprattutto il prezzo può variare dalle 40€ per un modello economico decente a 200€ e più per quelle professionali.

Non mi stancherò mai di dire quanto sia importante avere un buon apparato audio, l’audio di un videogioco è il 30% del gioco, utilizzare cuffie scadenti è come guardare un film sul cellulare, non fatelo, investite due lire e compratevi un buon prodotto se veramente vi piacciono i videogiochi.

Cuffie Gaming Stereo

cuffie gaming le migliori e-sport

Le cuffie stereo sono le classiche cuffie da gaming e da musica, solitamente hanno una qualità del suono maggiore a quelle dolby 7.1 e meno direzionalità dei suoni ma questo non vuol dire che non ne abbiano, anzi.

Esistono due fronde tra i giocatori, quelli che sostengono che il dolby sia inutile e quelli che sostengono il contrario. Senza entrare nel merito della discussione, posso garantirti che le cuffie in questione, le Sennheiser Game Zero sono un prodotto di alta qualità benché non abbiano il Dolby, sono anche piuttosto care dato che costano attorno ai 150€, ma la qualità si paga.

Esistono anche cuffie stereo di buona qualità a prezzi inferiori, e per questo ti invito a leggere la guida alle migliori cuffie gaming dove troverai anche maggiori informazioni riguardo la Sennheiser Game Zero.

Cuffie Gaming Surround 7.1

cuffia surround 7.1 ps4 hyper x cloud revolver

Come dicevo prima, una larga fetta di giocatori sostiene che le cuffie dolby 7.1 siano indispensabili per giocare a giochi dove la direzionalità del suono è molto importante, vedi gli sparatutto, dove capire da dove sopraggiunge il nemico è fondamentale.

Le cuffie gaming 7.1 solitamente non sono dotate di sette altoparlanti per cuffia, bensì hanno una gestione della direzionalità virtuale e di fatti il surround di queste cuffie si chiama surround virtuale. A differenza dalle cuffie stereo (di pari qualità) vi è una maggiore definizione della direzione dei suoni e solitamente una qualità dell’audio generale inferiore. Sta a te decidere su quale sponda del fiume stare.

Le cuffie in oggetto sono le HyperX Cloud Revolver S, tra le migliori cuffie sul mercato, cuffie comode che suonano bene anche al di fuori dalla sfera gaming. Le Revolver S sono cablate come le precedenti e non ti pentirai di averle comprate, specialmente se giochi a video games FPS.

 

Cuffie Gaming Wireless

Le migliori cuffie gaming wireless

Per gli amanti del wireless non possono mancare delle cuffie gaming senza fili, a differenza di tastiere e mouse wireless, nelle cuffie non abbiamo problemi di latenza. Le cuffie wireless sono indubbiamente una comodità, dato che i cavi delle cuffie sono il cavo più fastidioso di tutti ma ci sono delle controindicazioni come spesso succede nelle soluzioni wireless.

I principali difetti delle cuffie wireless sono il peso, dato che devono contenere la batteria sono solitamente più pesanti della controparte cablata e ovviamente il prezzo, circa un 20% più care. A parte questo non ci sono grandi controindicazioni se non la necessità di ricaricarle, in compenso potremo godere di una maggiore libertà di movimento e non dovremo gestire il cavo.

Le cuffie dell’immagine sono le Logitech G933, delle cuffie surround 7.1 virtuale, di alta qualità costruttiva e comode. Sono dotate di padiglioni traspiranti in tessuto sportivo per non far sudare le orecchie con la controindicazione che non bloccano il suono bene come quelle in similpelle. Non sono le migliori cuffie per ascoltare musica ma quando si tratta di giocare sono delle grandi cuffie.

Leggi la recensione completa delle Logitech G933

 

Supporto cuffie

Quando si progetta una postazione gaming non bisogna lasciare nulla al caso e tanto meno possiamo lasciare le cuffie senza un posto dedicato dove stare quando non sono in uso. Esistono due soluzioni per le cuffie, i supporti sulla scrivania o i ganci sotto la scrivania o sulla parete.

Stand porta cuffie

Stand porta cuffie gaming

Lo stand porta cuffie è un utile strumento per dare un alloggiamento alle vostre cuffie gaming in maniera elegante, oltre a questo alcuni sono Hub USB come lo speedlink Estrado nella foto che è dotato di tre porte USB 2.0, presa audio per le cuffie e sistema di avvolgimento cavo sulla parte posteriore.

Gancio porta cuffie

Gancio porta cuffie gaming

Il gancio porta cuffie è una pratica soluzione per nascondere le cuffie sotto la scrivania o al lato della scrivania, esistono modelli che si agganciano a pressione al bordo della scrivania e altri che vanno avvitati o incollati direttamente sotto la scrivania. Questo modello ruota di 360° in modo da tenere le cuffie sotto la scrivania.

Controller PC

Non tutti i giochi sono danno il loro meglio con mouse e tastiera, alcuni giochi sono pensati per il controller e se anche tu sei appassionato di giochi come FIFA, PES, NYOH, Street Fighter etc dovresti fare un pensiero a un controller per PC e ovviamente anche a dove metterlo dopo averlo usato. Ecco alcune idee.

Controller PC

Controller Steelseries per PC e Android

A seconda del tipo di giocatore che sei avrai bisogno di un controller di qualità maggiore o meno. Sul mercato esistono decine di controller PC, PS4 e Xbox one, molti dei controller per console sono compatibili con il PC, ma bisogna sempre verificarlo. Ho creato una guida apposita per aiutarti a scegliere il miglior controller PC o se hai la Playstation guarda la guida controller PS4.

Il controller dell’immagine è il controller SteelSeries Stratus Duo. Un controller wireless di fascia media (prezzo attorno agli 80€) compatibile con PC ma anche con dispositivi android. Ha un Dpad a quattro direzioni, utile per giochi picchiaduro e una disposizione degli analogici in stile Dualshock 4, quindi paralleli. Si può usar e in modalità WIFI per ridurre la lag al minimo o in modalità BlueTooth per connetterlo ai dispositivi Android.

 

 

Supporto Controller

Porta controller

Non possono mancare dei porta controller per tenere in ordine i nostri gamepad, esistono svariate soluzioni, i porta controller “divertenti” come quelli nell’immagine qui sopra e i porta controller a parete, semplici e più economici. Inoltre esistono le stazioni di ricarica per controller che però variano da modello a modello e che svolgono entrambe le funzioni di ricarica e di alloggiamento.

Volante

Sei un appassionato di giochi racing? Allora avrai sicuramente pensato a un volante o già lo possiedi, comunque sia valuta bene se la tua postazione avrà mai un volante, non che ci siano particolari requisiti per installare un volante, ma se lo userai avrai anche bisogno di un posto dove tenerlo quando non lo usi e di certo non vogliamo rovinare la nostra postazione con un volante messo a caso dopo tutto questo lavoro.

La questione di dove mettere un volante quando non lo si utilizza è difficile da affrontare, i volanti sono ingombranti, per non parlare della pedaliera annessa. Una possibile soluzione è creare un ripiano sul lato della scrivania dove riporlo e sotto di esso mettere la pedaliera.

Se devi scegliere un volante ti invito a leggere la nostra guida ai migliori volanti

Router gaming

Router gaming netgear

Il router gaming è un router che per mette d’impostare dei parametri per ridurre al minimo la latenza del segnale e dare la priorità alla qualità del segnale in gioco rispetto ad altre connessioni che vengono fatte in contemporanea sulla linea.

Cosa significa: Praticamente il router darà precedenza al segnale gaming, rispetto a vostra sorella, figlia, o zio che si guarda i film su netflix, creando una specie di canale preferenziale per il vostro segnale, i giochi non utilizzano molta banda, ma quella poca banda che usano deve essere perfetta per poter giocare bene online.

Inoltre quando il router gaming si collega a un server online, darà la precedenza in automatico a tutti i server entro un raggio di Km impostato da noi in precedenza, in modo da avere una connessione con un ping basso.

Molti router di fascia medio alta hanno il wireless a 5 Ghz che permette una trasmissione più veloce al classico 2.4 Ghz, sempre che il vostro dispositivo supporti questo tipo di connessione.

Accessori

La nostra postazione è quasi completata, il tuo portafoglio è quasi vuoto, ma ci sono ancora alcune chicche da prendere in considerazione per completarla, vediamone alcune:

Mouse bungee

Il mouse bungee o tendifilo, è uno strumento utile per evitare che il cavo del mouse ci dia fastidio incastrandosi nel tappetino o che cada dalla scrivania e tiri il mouse facendoci perdere la mira. Non è indispensabile, ma una postazione gaming è una cosa seria! Si trovano modelli con un bel design in vendita e sono utili. Facci un pensierino.

Occhiali Gaming

Forse questi nemmeno sapevi che esistessero, invece esistono e sono consigliati per coloro che passano 8 e più ore al PC tra lavoro e gaming o solo gaming, Gli occhiali sono utili a filtrare la luce blu che inevitabilmente fuoriesce dai monitor PC e se abbinati al filtro anti luce blu presente nei monitor andiamo ad abbattere la gran parte degli effetti negativi derivati da questa luce, come bruciore degli occhi, secchezza degli occhi e cattiva qualità del sonno.

Gli occhiali in questione sono di buona qualità e costano cari, circa 90 euro, sono brandizzati Razer, ci sono modelli più economici sul mercato a circa 20/30€.

Guanti da gaming

I guanti da gaming sono dedicati per lo più a quelli che giocano molto con il volante e che quindi tendono a sforzare molto (se il volante è di qualità). Per il gaming con Mouse e tastiera li sconsiglio.

Decorazioni e Luci

Non tutti amano le decorazioni ma se vuoi costruirti una postazione PC che con effetti luce e decorazioni sui muri dai un occhio a queste che ti propongo.

LED

Illuminazione led monitor pc

Per gli appassionati di postazioni PC con illuminazione led non può mancare la classica stricia led rgb dietro il monitor.

Pannelli Led

Pannelli led illuminazione stanza gaming

Un’altra soluzione per decorare la tua nuova gameroom sono i pannelli Led della Nanoleaf, sicuramente li avrai visti ancora in alcune postazioni gaming online. Questi triangoli modulari, si applicano al muro e si possono controllare tramite una app sul cellulare per deciderne il colore di ogni singolo triangolo e creare così l’effetto desiderato.

Grafiche gaming

Decorazioni e grafiche in stile gaming

Per ultimo possiamo pensare di finire la nostra stanza con qualche decorazione in stile gaming per personalizzare la nostra stanza, ma non esagerare 😉