ACER PREDATOR XB271HU

ACER sta conquistandosi un posto di rilievo nel mercato dei monitor gaming per giocatori e la sua ultima novità non fa niente altro che accelerare il processo. Il nuovo Predator XB271HU è un monitor da 27 pollici con pannello IPS e una  risoluzione da 2.560 x 1.440 pixel (WQHD) inoltre ha un tempo di risposta abbastanza rapido per essere di tipo IPS, 4 millisecondi.

Una serie di caratteristiche che andremo ad analizzare e che piazzano indubbiamente questo monitor tra le scelte ideali per gli appassionati di gaming su PC ma anche, perché no, su console.

DESIGN:

Non ci si può sbagliare, il XB271HU è un monitor che grida GAMING!. Grazie al tocco di rosso alla base, il logo futuristico e il design angolato, ne ha tutte le caratteristiche. Le estremità del supporto rosse sono una scelta che magari non piacerà a chiunque, ma per il resto, il risultato finale è buono, con plastica nera perfettamente opaca utilizzata per il resto della struttura e una cornice ultra sottile, solo 10 millimetri in alto e ai lati e 19 mm in basso, paragonandolo ad altri monitor che abbiamo recensito nella guida ai monitor gaming, il design di acer resta sempre molto accattivante e gamer oriented.

L’Acer Predator XB271HU è tutto sommato ben costruito. Dalla base al pannello sul retro ha un aspetto molto solido; i movimenti nelle varie impostazioni ergonomiche risultano fluidi e senza sforzo, ed è inoltre molto stabile, anche in caso di urto, il monitor resta perfettamente fermo.

CARATTERISTICHE:

Il monitor é abbastanza mobile, il che assicura il suo posizionamento nei migliori dei modi e seguendo le esigenze di chiunque per garantire il pieno confort in ogni situazione. Consta di 120mm di altezza regolabile, da -5 a 35 gradi d’inclinazione verticale, il monitor può essere rotato di 90 gradi pivot ed essere così posizionato in verticale (per modo portrait) inoltre può essere ruotato di 60 gradi sulla base. Per quelli che necessitano di un ampio grado di versatilità, il monitor  ha anche un supporto 100 x 100 mm VESA sul retro per poter essere agganciato a un supporto comprato a parte tipo questo “Ricoo supporto tv”

XB271HU MANCA QUALCOSA?

Uno dei punti deboli del XB271HU, comunque, è la connettività. A causa delle limitazioni del processore Nvidia Gsync, questo monitor ha solo due ingressi: una DisplayPort e una HDMI. Il primo supporta un refresh più rapido e G-Sync, mentre il secondo supporta la risoluzione 2.560 x 1.440 a 60Hz. Al contrario monitor concorrenti che usano la tecnologia FreeSync tendono ad avere quattro o più ingressi.

Disporrete inoltre di un hub di quattro porte USB 3.0, con due porte sul retro e due sul lato sinistro. É dotato anche di una uscita audio e un paio di speaker che fanno passabilmente il loro lavoro.

Un altro punto debole di questo monitor sembra essere l’ODS, che usa una fila di bottoni fisici sul bordo inferiore destro. I bottoni a livello appaiono fisicamente eleganti e ben iterati nell’estetica, tuttavia il loro utilizzo con il menù risulta scomodo; nel capire che bottone fa cosa, il funzionamento non risulta mai intuitivo. Sicuramente molto lontano dai sistemi di menù di altri monitor rivali, l’Asus ROG Swift PG279Q, per esempio, usa un piccolo joystick che risulta assolutamente vincente.

Il pannello da 27 pollici e ha una risoluzione da 2.560 x 1.440 pixels, il che significa che non è un display con densità molto elevata. Comunque, per un monitor di questa dimensione, significa 110PPI, il che rappresenta un buon compromesso; è abbastanza per non vedere i pixel ma non esageratamente alto da vedere tutto troppo piccolo. In piú, questo é un pannello IPS e quindi è caratterizzato da superbi angoli di visione tipici di questo tipo di display. Di solito i monitor per gaming TN-based tendono a soffrire di scarsi angoli di visione, il che può essere problematico anche se non influisce molto per quanto riguarda il gaming.

bullet_zeroframe_predator_xb1-desk

PRESTAZIONI:

Parlando di prestazioni, la velocità standard di refresh del XB271HU di 144Hz sommata al tempo si risposta di 4 ms offrono performance durante il gioco realmente notevoli.

Dalla mia ricerca sui test effettuati l’esperienza di gioco risulta eccellente, senza blurring o ghosting, e il risultato é stato praticamente lo stesso effettuando la prova con giochi su PS4. Disabilitando G-Sync, il pannello non ha problemi a garantire un elevata fluiditá di gioco, ma attivando G-Sync l’azione risultava notevolmente più fluida. Il tearing dello schermo non risulta un problema in nessuna delle due modalità.

Parlando d’input lag, cioè il tempo che il monitor impiega a rispondere dopo l’invio di un comando, il XB271HU offre un trascurabile 12.5 millisecondi. Per dare un paragone, i monitor più veloci sul mercato, come il monitor professionale BenQ SW2700PT, hanno un lag time di 9.5 millisecondi

 

QUALITA’ IMMAGINI:

A livello di prestazioni questo monitor è fantastico. É luminoso, con un buon contrasto e colori molto curati, il miglioramento nella consistenza dell’immagine comparata con qualsiasi pannello TN-based è enorme. In più la configurazione standard con cui viene settato il monitor è fantastica, raramente ha bisogno di essere ritoccata.

Bisogna dire che Acer Predator XB271HU è un monitor pensato principalmente per giocare, nonostante questo l’eccezionale fedeltà di colore con un sRGB vicino al 100%, lo rende adatto anche a un uso di tipo fotografico. La qualità d’immagine, così come la curva colore è estremamente buona, praticamente la linea sRGB è simmetrica.

Bisogna tenere da conto che offre una risoluzione 4k, perciò dobbiamo essere sicuri che cavi e scheda che useremo possano supportare e trasferire tale qualità di dati. É sicuramente un monitor che necessita una buona scheda grafica (preferibilmente Nvidia) se lo usiamo collegato a un PC, vedi la guida ai monitor 4k gaming.

CONCLUSIONE:

Se sei un giocatore fedele a Nvidia e stai cercando il miglior monitor gaming attualmente disponibile allora  l’Acer Predator XB271HU potrebbe fare il caso tuo, alla pari con l’ Asus ROG Swift PG279Q. Tutte due offrono lo stesso set di fantastiche caratteristiche e gran qualità d’immagine, anche se l’Asus ha un design leggermente migliore mentre l’Acer é leggermente più economico. In sostanza dipende da quale aspetto ritenete più importante.

Bisogna anche dire che entrambe sono segnalati come più costosi rispetto a monitor equivalenti ma che supportano FreeSync. L’Acer XF270HU e l’Asus MG279Q hanno praticamente la stessa qualità d’immagine, ma un disegno della base più economico. Comunque, entrambe risultano un 20-30% più economici che i modelli G-Sync. Ovviamente, avete bisogno di usare una GPU AMD per poter sfruttare le caratteristiche Freesync.

Concludendo, se siete giocatori affezionati a Nvidia questa è una ottima scelta per l’acquisto nel panorama dei gaming monitors.

PREZZO

Ultimo aggiornamento 2018-12-11

RASSEGNA PANORAMICA
PRESTAZIONI
97 %
QUALITA' MATERIALI
92 %
QUALITA' IMMAGINE
94 %
SOFTWARE
88 %
SODDISFAZIONE CLIENTE
86 %
RAPPORTO QUALITA' PREZZO
91 %
Articolo precedenteBenQ XL2730Z – RECENSIONE
Prossimo articoloAsus MG279Q – RECENSIONE
Caduto nel mondo dei videogiochi in tenera età grazie ad un Commodore 64, prosegue la sua carriera da nerd su console sino ai 18 anni dove si butta a testa bassa in America's Army 2, arrivando a giocare per alcuni clan in varie competizioni internazionali. Dopo l'esperienza su AA presegue la sua carriera nei MMO fino ad innamorasi nuovamente il giorno che incontrò Darkfall e da allora aspetta il suo erede. La carriera di giocatore è sempre stata accompagnata da una certa mania nella ricerca e sperimentazione di nuove periferiche da gaming.

Lascia un commento

Scrivi un commento
Inserisci il tuo nome qui