Quando si tratta di giochi fluidi con quella sensazione d’immersione totale che i giocatori cercano, l’acquisto di un monitor con una frequenza di aggiornamento più elevata (come 144Hz) è un ottimo punto di partenza. Effettivamente mantenere un frame rate che corrisponda a questa frequenza di aggiornamento può essere tuttavia difficile. Visto che il frame rate si discosta dalla frequenza di aggiornamento, gli utenti devono spesso fare i conti con potenziali problemi di tearing, juddering o stuttering. Le tecnologie di frequenza di aggiornamento variabile come Nvidia G-SYNC e AMD FreeSync mirano a risolvere le cose regolando la frequenza di aggiornamento del display in modo che corrisponda al frame rate della scheda video. L’AOC G2460PF è uno dei modelli più accessibili attualmente disponibili che dispone di una tecnologia di frequenza di aggiornamento variabile (supporto per FreeSync). In questo articolo vi parliamo delle principali caratteristiche di questo monitor e di come questo si comporta di fronte ai diversi utilizzi. In caso non foste soddisfatti di questo modello o vogliate saperne di più riguardo i termini e la tecnologia dietro agli schermi vi invito a consultare la nostra guida MONITOR GAMING I MIGLIORI | INVERNO 2018

AOC G2460PF monitor gaming pivot

AOC G2460PF RECENSIONE: DESIGN

A una prima occhiata il G2460PF non sembra un monitor destinato al gaming, l’aspetto è abbastanza sobrio, con linee essenziali, cornice in alluminio satinato e una banda rossa nella parte inferiore che ricorda il colore distintivo della marca AMD. Un aspetto abbastanza sobrio ma che risulta comunque accattivante e che consente d’integrare il monitor in ambienti più formali rispetto al mondo gaming. I bordi che incastonano il pannello TN sono piuttosto sottili, nello specifico i bordi laterali sono più stretti, appena 15mm, e strizzano l’occhio a un eventuale configurazione multi-monitor, la parte inferiore invece arriva a misurare 25mm per poter contenere i comandi di regolazione. Il monitor è sostenuto da una base abbastanza pesante, che conferisce una buona stabilità al monitor e che consente di orientare il monitor secondo le più svariate esigenze, inclusa la rotazione in posizione verticale portrait per chi ne avesse l’esigenza. Molto apprezzabile l’integrazione dell’alimentatore all’interno della struttura del monitor che ci evita la scomodità di blocchi esterni in giro per la scrivania.

AOC G2460PF monitor gaming freesync

AOC G2460PF RECENSIONE: CARATTERISTICHE

Parlando di caratteristiche tecniche, sul monitor G2460PF il produttore AOC monta un pannello TN da 24 pollici con retroilluminazione a WLED. La luminosità massima dichiarata è di 350 CD/m2 mentre il contrasto di 1000:1. Trattandosi di un monitor che sfrutta il FreeSync, è superfluo dire che il frame rate è variabile in funzione della scheda video, il suo valore di punta resta comunque uno dei più alti attualmente disponibili sul mercato, facendo riferimento a un valore massimo fissato in 144 Hz.

Il monitor è inoltre dotato di due speaker da 2W, che pur non essendo il massimo in termini di qualità risultano utili in assenza delle cuffie. Per quanto riguarda invece le porte troviamo, nella parte inferiore le connessioni video VGA, DVI, HDMI e DisplyPort, due porte USB e le porte audio costituite da una uscita cuffie e un ingresso mic, entrambe per jack da 3,5mm. Abbastanza utili per collegare al volo pendrive e dispositivi di archiviazione sono le due ulteriori porte USB piazzate lateralmente sul lato destro del monitor.

AOC G2460PF monitor gaming laterale

AOC G2460PF RECENSIONE: ON SCREEN DISPLAY

Il menù delle regolazioni, accessibile attraverso i pulsanti posti sul lato inferiore del monitor, offre tutta una gamma di opzioni, che ci permettono di configurare il monitor secondo le nostre esigenze. In questo senso dobbiamo far presente che sarebbero stati più comodi pulsanti retroilluminati, l’assenza di una sorgente luminosa infatti rende scomodo agire sulle impostazioni in condizioni di scarsa luminosità.

Se facciamo riferimento all’interfaccia del menù, questa risulta semplice e con una discreta usabilità. Ci offre differenti opzioni, partendo dalle più classiche di regolazione di contrasto, luminosità e gamma fino a funzioni più complesse, come l’impostazione del livello di overdrive nelle transizioni pixel to pixel.

Troviamo anche una comoda serie di profili preconfigurati che ci consentono di passare da una configurazione Eco, pensata per risparmiare energia, fino a una Gaming utilizzabile quando il frame rate diventa pesante.

AOC G2460PF monitor gaming retro

AOC G2460PF RECENSIONE: PRESTAZIONI

Per provare le prestazioni del monitor, lo abbiamo spinto al massimo delle sue potenzialità sfruttando i 144 Hz e il FreeSync e dobbiamo dire che effettivamente non si sono riscontrati problemi di tearing. Da notare che anche disattivando il V-Sync della scheda e lasciando al monitor il compito di regolare la sincronia verticale, si è riscontrato un miglioramento in termini di frame rate.

Quando disattiviamo l’overdrive e portiamo il monitor a lavorare in forma meno spinta, vediamo comparire leggeri problemi di input lag così come di ghosting ma questi spariscono una volta che lo si porta su “Light”. Se invece manteniamo il valore di refresh su valori spinti, questi problemi sono pressoché inesistenti, quindi è consigliabile impostare l’overdrive su livelli alti. In fine abbiamo cercato di riscontrare problemi di flickering, visto che il produttore dichiara il monitor flicker-free, e piacevolmente non abbiamo riscontrato il problema durante nessuna fase di utilizzo.

AOC G2460PF monitor gaming 144hz

AOC G2460PF RECENSIONE: QUALITA’ IMMAGINI

Parlando di qualità dell’immagine bisogna dire che per poter apprezzare le caratteristiche del g2460pf, in questo senso, dovete prendervi il vostro tempo nel calibrarlo per bene una volta tolto dalla scatola. Fatto questo comunque non aspettatevi una qualità da studio fotografico, bisogna ricordare che parliamo di un pannello TN, e come è risaputo, se cercate una resa cromatica impeccabile ed estesi angoli di visuale, un pannello di questo tipo non è il massimo. C’è anche da dire che visto che parliamo di un monitor principalmente destinato al gaming, questo discorso può passare in secondo piano.

Rispetto alla risoluzione, il g2460pf può garantire una risoluzione FULL-HD che fino a qualche hanno fa era il punto di riferimento, ma che a oggi, con il diffondersi del WQHD (2560 x 1440 pixel) potrebbe risultare riduttiva.

AOC G2460PF RECENSIONE: VERDETTO

Dopo aver provato a fondo il G2460PF, ci sentiamo di dire che il produttore AOC è riuscito a creare un monitor soddisfacente sotto molti punti di vista e con un rapporto qualità prezzo eccezionale. Il prezzo di circa 260, euro a cui lo troviamo attualmente sul mercato, non é affatto esagerato se pensiamo che é uno dei primi monitor che, grazie all’implementazione della tecnologia FreeSync, ci consente di migliorare la nostra esperienza ludica. Anche per coloro che dispongono di schede video non di ultimissima generazione, il fatto di poterla alleggerire dei calcoli riguardanti la sincronia verticale, darà modo di utilizzare risorse per potenziare grafica e frame rate.

Ultimo aggiornamento 2018-12-11

RASSEGNA PANORAMICA
PRESTAZIONI
94 %
QUALITA' MATERIALI
88 %
QUALITA' IMMAGINE
84 %
SOFTWARE
86 %
SODDISFAZIONE CLIENTE
84 %
RAPPORTO QUALITA' PREZZO
95 %
Articolo precedenteSEDIE DA GAMING DXRACER
Prossimo articoloSEDIE DA GAMING GT OMEGA RACING
Caduto nel mondo dei videogiochi in tenera età grazie ad un Commodore 64, prosegue la sua carriera da nerd su console sino ai 18 anni dove si butta a testa bassa in America's Army 2, arrivando a giocare per alcuni clan in varie competizioni internazionali. Dopo l'esperienza su AA presegue la sua carriera nei MMO fino ad innamorasi nuovamente il giorno che incontrò Darkfall e da allora aspetta il suo erede. La carriera di giocatore è sempre stata accompagnata da una certa mania nella ricerca e sperimentazione di nuove periferiche da gaming.

Lascia un commento

Scrivi un commento
Inserisci il tuo nome qui