western digital optinand

Western Digital: ecco i primi hard disk da 20 TB con tecnologia OptiNAND

Western Digital, ha recentemente lanciato il suo disco rigido meccanico da ben 20 TB con memoria flash integrata che utilizza la tecnologia OptiNAND. Questo nuovo hard disk contiene nove piatti magnetici da 2,2 TB di spazio ciascuno, estendendo le capacità di memorizzazione assicurate dalla tecnologia ePMR. La testina magnetica magnetica è dotata di meccanismo di azionamento a tre stadi all’avanguardia; che consente di avere la massima precisione riguardo le posizioni della testina di lettura e scrittura. Invece che acquistarlo da aziende esterne, Western Digital ha prodotto da sé il chip di controllo SOC.

western digital hard disk

La memoria flash di questa enorme unità meccanica è integrata e funziona anche con una memoria flash 3D TLC UFS, la cui capacità non è stata rilasciata al pubblico. L’azienda ha in mente di migliorare l’affidabilità e le prestazioni con queste nuove unità. In caso ci dovesse essere improvvisamente uno spegnimento di emergenza, è possibile memorizzare fino a 100 MB di dati; limitando così la quantità di perdita dei dati cruciali.

 

Western Digital: un nuovo orizzonte per lo storage

Mentre in un’unità ibrida la tecnologia flash viene utilizzata per memorizzare i dati dell’utente; la nuova architettura sembrerebbe essere davvero una rivoluzione per lo spazio in memoria. Senza contare che si registra un miglioramento tangibile anche in termini di performance. Il firmware riduce il numero di refresh e riduce la necessità di flush della cache di scrittura. Agendo con la tecnologia OptiNAND, tutti i vari metadati possono essere letti/scritti negli spazi di memoria flash iNAND. In questo modo è garantita una maggiore efficienza riducendo le operazioni di lettura/scrittura nello spazio sul disco rigido.

tecnologia optinand

Western Digital dovrebbe iniziare a distribuire i nuovi hard disk già nei prossimi mesi, con un’aspettativa tecnologica di ottimizzazione degli spazi su unità meccaniche con un massimo di 50 TB o più nei prossimi anni. La nuova architettura sta entrando nelle fasi finali di sviluppo e l’azienda la sta testando grazie a clienti selezionati.