LG UltraGear GP9: recensione

recensione lg ultragear gp9
Ultimo aggiornamento:
Voto dei lettori0 Votes
0
8
Voto
Vedi il prezzo

Quando si parla di audio nel gaming ci si riferisce nella maggior parte dei casi a delle cuffie. Ma se ci fossero altri modi per godersi la propria esperienza sonora in compagnia dei videogiochi? LG, con il lancio del primo speaker pensato appositamente per il gaming, cerca di dare una risposta proprio a questa domanda.

L’UltraGear GP9 ha proprio il compito di restituire all’utente un’esperienza molto simile, se non migliore, a quella vissuta con un headeset da gaming di fascia alta. E cerca anche di offrire un’alternativa valida alle solite cuffione usate per giocare. Ci sarà riuscito? Andiamo ad analizzarlo.

LG UltraGear GP9: Specifiche tecniche

PRODUTTORELG
MODELLOULTRAGEAR GP9
DRIVERS53mm
MICROFONOSI
COMANDI AUDIOSI
COMPATIBILITA’CONSOLE, PC, SMARTPHONE, CUFFIE
CONNESSIONEJACK 3.5mm, USB, AUX 3,5mm, OTTICA
PESO1,5 Kg

LG UltraGear GP9: Video

LG UltraGear GP9: Design

L’UltraGear GP9 di LG sembra a tutti gli effetti una soundbar per monitor, ma conserva anche delle caratteristiche che spesso si ritrovano in uno speaker. Dal punto di vista del design, si presenta con un profilo molto aggressivo esteticamente, con un logo dell’azienda meno classico e con l’illuminazione RGB regolabile. La sua forma, invece, riprende le basi di molti monitor da gaming, offrendo la possibilità di poterlo posizionare facilmente sotto di essi, senza intoppi causati dalla forma o dimensione della base di questi ultimi.

imballo lg ultragear gp9

Con un peso di circa 1,5 Kg, non è proprio lo speaker più pratico da trasportare nonostante la possibilità d’impostare una connessione Bluetooth. Inoltre, la batteria di 2600 mAh scende velocemente: l’autonomia dello speaker si aggira intorno alle 4 ore scarse. Se lo volete sfruttare anche in giro, cosa che vi sconsigliamo di fare per motivi pratici, potete valutare la possibilità di portare con voi il cavo di ricarica, ma secondo noi il GP9 offre il meglio di sé in postazioni fisse, o al massimo spostato per qualche ora in un’altra stanza della casa.

logo lg gaming

Nella parte posteriore del prodotto troviamo tutto il necessario per collegarlo a vari device. Grazie a un pratico sportello, si possono individuare tutte le porte di cui lo speaker ha bisogno. Nella parte superiore invece sono presenti 6 tasti totali, tre per accensione, modalità di connessione e modalità cuffie; e altri tre per le impostazioni del suono in uscita. Inoltre, è anche presente una ghiera con cui è possibile regolare l’intensità del suono riprodotto e anche mutare o smutare il microfono, altra componente molto interessante di questo device. I tasti sono molto intuitivi e, dopo una rapida letta al manuale di istruzioni, si è già pronti a regolare tutte le impostazioni come meglio si crede.

Nel GP9 è integrato un Quad DAC ES9038 PRO, uno dei DAC top di gamma, integrato anche in attrezzature professionali per audio in alta definizione.

Un’altra caratteristica molto interessante sta nella possibilità di collegare delle cuffie alla cassa. Sfruttando l’attacco jack da 3,5mm nella parte posteriore del prodotto, delle cuffie qualsiasi possono trarre beneficio dalla tecnologia DTS Headphone:X. In questo modo, anche dei semplici auricolari possono sfruttare l’audio 3D dato dal surround 7.1. Si tratta comunque di un audio 7.1 digitale, ma si può avere lo stesso un discreto upgrade.

LG UltraGear GP9: Compatibilità

Lo speaker di LG è compatibile con praticamente con tutto: console, PC, smartphone e pure con le cuffie. Ci si può collegare a esso tramite Bluetooth, cavo ottico, jack da 3,5mm, cavo AUX e USB-C. Ovviamente le connessioni cablate rendono molto di più di quella wireless, che comunque rimane un’ottima scelta se ci si deve spostare. Tuttavia, come detto precedentemente, questo speaker è pensato per dare il meglio in una postazione fissa e se la vostra priorità è quella di trovare un buono speaker da portare con voi, questo GP9 potrebbe non fare al caso vostro.

LG UltraGear GP9: In gioco

Qui l’UltraGear GP9 esprime davvero il meglio di sé. Grazie all’audio in alta qualità riesce davvero a sostituire un headset, soprattutto nei giochi single player. Abbiamo avuto modo di provare lo speaker giocando a titoli come Assassin’s Creed: Valhalla, Sea of Thieves, Forza Horizon 5 e Halo Infinite, mettendolo anche a confronto diretto con un normalissimo paio di casse e bisogna dire che la differenza di qualità si fa sentire, in tutti i sensi. L’ottimo audio, unito alla possibilità di personalizzazione tramite equalizzatore, lo rende davvero perfetto per questi tipi di giochi, dove il sound è parte fondamentale dell’esperienza del giocatore.

connettività lg ultragear gp9

Inoltre, la possibilità di cambiare profilo direttamente con un tasto e impostare la soundbar con una modalità pensata appositamente per gli FPS, è senza ombra di dubbio una feature molto interessante. Riuscire a sentire chiaramente i passi del nemico in questo tipo di giochi è fondamentale. Grazie al sistema di audio 7.1 surround, l’UltraGear GP9 riesce a tenere il passo di un headset e a riprodurre in maniera chiara l’audio degli FPS. A patto che possiate tenere alto il volume.

postazione lg ultragear gp9

Ciò avviene grazie all’algoritmo HRTF, che serve a garantire un audio immersivo e in grado di far percepire in modo limpido la posizione e la direzione dei suoni. Chiaramente, se giocate solo agli sparatutto, vi conviene continuare a puntare su delle cuffie piuttosto che su uno speaker; ma nonostante questo il GP9 fa molto bene il suo lavoro anche in questo caso, garantendo davvero un buon audio ambientale.

LG UltraGear GP9: Musica e Film

Anche per quanto riguarda musica e film la soundbar si comporta bene. Nonostante sia pensata per un utilizzo prettamente orientato verso il gaming, la prova fatta con musica e film è stata soddisfacente. I bassi sono profondi ma non eccessivi e i medi e gli alti sono puliti e abbastanza chiari. Non è un prodotto dedicato interamente ai contenuti audio visivi, ma, se penso al GP9 collegato al computer come speaker principale, la resa audio che restituisce in questi casi è più che soddisfacente anche da questo punto di vista. Si percepisce la qualità del suono, anche se non si è degli audiofili.

LG UltraGear GP9: Microfono

Il microfono è una delle caratteristiche peculiari di questo UltraGear GP9 e che ci ha colpito di più durante il periodo di test. Riesce a catturare la voce e a trasmetterla in modo davvero molto nitido anche in azioni concitate. Il modo in cui riesce a trasmettere un audio vocale cristallino ai compagni di squadra è davvero convincente. Il merito va all’algoritmo Clear Voice Chat, che rende il microfono integrato in grado di distinguere i rumori di fondo esterni e la propria voce, di separarli e trasmetterla il meglio possibile, eliminando, inoltre, l’eco dell’audio di gioco.

microfono lg ultragear gp9

LG UltraGear GP9: Software

Il GP9 non è dotato propriamente di software. Si può controllare l’equalizzazione e altre piccole chicche, come l’illuminazione RGB, attraverso l’app LG disponibile su Android e iOS. Collegando lo speaker al telefono con il Bluetooth, si può personalizzare un minimo l’esperienza, ma non esiste nessun software installabile sul pc.

LG UltraGear GP9: Conclusione

In conclusione, possiamo dire che questo speaker da gaming di LG si è davvero dimostrato un prodotto interessante. L’ottima qualità audio e il sorprendente microfono ne fanno un ottima periferica audio per il gaming. Ma non è tutto oro quel che luccica. Infatti, se da un lato abbiamo molte features che assicurano un’esperienza audio in game di alto livello, dall’altro lato ci si deve scontrare con un prezzo che non è alla portata di tutti.

Basti pensare che, con una cifra del genere, ci si può procurare un ottimo setup cuffie e microfono. Occorre quindi valutare bene il proprio budget e le proprie necessità. Di certo uno speaker non può sostituire al cento per cento un paio di cuffie, a parità di prezzo; ma sicuramente si tratta un prodotto audio niente male, che potrebbe migliorare molte postazioni.

recensione lg ultragear gp9

Di per sé, è un’idea interessante uno speaker da gaming che offre una soluzione diversa rispetto al solito setup da gaming fatto da microfono e cuffie. Al tempo stesso però, come detto prima, ne soffre la concorrenza spietata dettata anche dalla fascia di mercato nella quale si posiziona. Se state cercando una soundbar o uno speaker per il vostro monitor in una postazione console, l’UltraGear potrebbe rivelarsi la soluzione perfetta, a patto che abbiate un buon budget da spendere. Ma se giocate da PC, forse potreste prendere in considerazione l’idea di aspettare e vedere i prossimi modelli che sicuramente usciranno da qui a qualche anno. Il GP9 è il primo speaker da gaming e sicuramente non sarà l’ultimo.

LG UltraGear GP9: Prezzo

Il prezzo di listino dell’LG UltraGear GP9 è di 499 euro, ma lo potete trovare su amazon a circa 300 euro.

recensione lg ultragear gp9
LG UltraGear GP9: recensione
Conclusione
Questo speaker da gaming di LG è stata una sorpresa per certi versi. Peccato per il prezzo un po' alto che non lo mette alla portata dei più. Perfetto su console, se state cercando una soundbar per la vostra postazione, senza limiti di budget, si tratta sicuramente di una valida opzione.
QUALITÀ COSTRUTTIVA
8
RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO
7
SOFTWARE
8
RIPRODUZIONE GIOCHI
9
RIPRODUZIONE MUSICA
7.7
MICROFONO
8
DESIGN
8
Voto dei lettori0 Votes
0
Ci piace
Ottima riproduzione audio
Microfono sorprendente
Non ci piace
Piuttosto caro
Non adatto a tutte le postazioni
8
Voto
Vedi il prezzo